L'angolo dei Tifosi: vicina la scelta della panchina, ora mercato, le vostre mail

30.05.2021 16:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
L'angolo dei Tifosi: vicina la scelta della panchina, ora mercato, le vostre mail
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

Alfredo Aglietti ad un passo dalla panchina della Reggina: vi piace questa scelta? Ora il mercato e la costruzione della squadra in vista della prossima stagione sportiva.

Dite la vostra a TuttoReggina, l'unico sito che permette ai tifosi di esprimere il proprio punto di vista.

Continuate a scriveteci alla mail tuttoreggina@libero.it.

                                                                                         -------------------------------

Buongiorno redazione. E’ indubbio che l’addio di Baroni lasci un pò di amaro in bocca ma, come è stato detto tante volte, passano i giocatori, gli allenatori, i dirigenti, l’importante è che rimanga sempre la nostra amata Reggina. Adesso tocca alla società trovare il profilo giusto per poter affrontare il prossimo campionato che si preannuncia particolarmente complicato per la presenza di diverse “corazzate”, anche se (Venezia docet, Cittadella docet), si possono ottenere risultati importanti con una buona capacità organizzativa  ed un pizzico di Fortuna. E’ ovvio che il cambio di guida tecnica rappresenti un’incognita, bisognerà vedere chi arriva( Aglietti?), che modulo di gioco avrà in mente, quanto siano funzionali i calciatori in rosa al modulo che vorrà proporre, e così via. Spero tanto che Taibi faccia tesoro delle esperienze vissute nella passata stagione e riesca a portare a Reggio calciatori  magari non nomi eclatanti ma utilii al progetto tecnico/tattico che il nuovo allenatore vorrà intraprendere.E poi, bisogna cercare di chiudere al più presto il rinnovo di Nicolas (sempre che voglia rimanere) ed affrontare la difficile situazione relativa a Menez e Faty, fiori all’occhiello della precedente campagna acquisti che, purtroppo, per motivi diversi, hanno ampiamente deluso le attese.Buon lavoro Reggina ,ed un grande in bocca al lupo per una stagione piena di soddisfazioni,

Francesco 1948 Roma

...anche un tifoso sfegatato come me ha bisogno di uno scopo, anche piccolo come una "salvezza" dichiarata, per poter fare con piacere un abbonamento. Farlo a prescindere non è ne utile né intelligente. A volte una grossa delusione può fare molto male, ed io non voglio correre questo rischio.

Antonio

Qualcuno ha scritto e chiesto a Voi se: “Fare o non fare l’abbonamento”...

Io mi auguro e spero siano questi i problemi di noi tifosi a luglio/agosto, sarebbe bellissimo!!! Significherebbe poter tornare dalla propria mamma; vorrebbe dire tornare a gioire e piangere con la Reggina. Poi se questo sarà il dilemma... così come non abbiamo chiesto a nessuno se fare l’abbonamento in serie D, non chiederemo a nessuno se farlo o no neppure oggi. Lasciamo lavorare serenamente la società, e carichiamoci ad accogliere la nostra Reggina per la prima al Granillo con l’urlo più forte che possiamo.

Antonio da (TO)

Buongiorno, penso che Aglietti sia una buona scelta, non solo perché conosce la piazza e la piazza conosce Lui, ma perché ha una buona conoscenza della categoria. Certo, molto dipenderà dall'organico che la società gli metterà a disposizione. 

Nuccio

Archiviato Baroni, guardiamo avanti senza rimpianti, il 24esimo campionato di Serie B è un bel traguardo.

Adesso dovremmo consolidarci, come? Non con il "tutto e subito", alle condizioni attuali, non ce lo possiamo permettere. Creiamoci le condizioni per conseguire i risultati attraverso un programma biennale/triennale, che preveda lo sviluppo di una identità precisa, basata su giovani di valore(quindi investendo) accompagnati da calciatori di categoria e valorizzando quei calciatori di proprietà, compresi alcuni di quelli che rientreranno dai prestiti.

Per fare questo è necessario avere pazienza, forse ci siamo abituati troppo in fretta ai proclami ed alle campagne acquisti esplosive, ma la Reggina ha sempre conquistato i risultati storici partendo da un mix di gente di categoria, qualche giovane di belle speranze e parecchi gregari semisconosciuti con tanta gavetta, molta "fame" e sangue agli occhi.

La proprietà dovrebbe investire assolutamente nello scouting, che non vuol dire creare partnership con società minori del territorio, ma avere una rete di osservatori fidati, sia per inserire calciatori in prima squadra, sia per le giovanili. Se un club locale ha un prospetto di valore, per non venderlo alla Juve o all'Atalanta, deve percepire la stessa cifra dalla Reggina, spero sia chiaro il concetto, lamentarsi che il giovane reggino va nel vivaio di queste squadre, vuol dire aspettarsi la carità.

Una nota secondo me fondamentale: criticare i risultati negativi delle giovanili vuol dire fare come la moglie gelosa che taglia i "gioielli di famiglia" al marito. Per anni si è detto che al Santagata i giovani calciatori vengono formati come uomini, e che i risultati non hanno la priorità(lo ha ripetuto anche Tempestilli, ribadendo la necessità di investire...), e mi pare che negli anni il concetto ha spesso fruttato. Qualche figura chiave in questo senso è tornata, ma contemporaneamente si è fatto l'errore di allontanare qualche tecnico di talento, perchè con poco "pedigree", oltre che lasciar andare giovani validi, per tagliare i ponti con la precedente proprietà. Foti è sempre riuscito ad attingere dal Santagata, non solo in A e in B ma anche quando non c'erano i soldi per costruire la squadra in C, e qualche salvezza è arrivata grazie all'apporto di quei giovani.

Alberto

Gentile redazione,gli allenatori e i giocatori passano la Reggina è sempre nei nostri cuori,il vero tifoso non tradisce mai la squadra del cuore,io seguo spesso il calcio argentino ci sono giocatori con enormi potenzialità è tantissima voglia di emergere mi auguro che il nostro direttore Taibi faccia un grande regalo a noi tifosi, spero che Menez rimanga e che lui abbia voglia di dimostrare il suo talento,a me non piaceva il modulo Baroni troppo difensivistico,sono sicuro che la mentalità del nuovo mister ci permetterà di fare il salto di qualità che noi tifosi ci aspettiamo,cari saluti

Marco