La primA voltA non si scordA mAi: 13 giugno 1999

 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 734 volte
La primA voltA non si scordA mAi: 13 giugno 1999

La prima serie A è diventata maggiorenne. Il 13 giugno 1999, al Delle Alpi di Torino, più o meno verso quest'ora, un intero popolo aveva il suo inatteso e magico riscatto lungamente agognato. La sua squadra, la squadra di tutti, riusciva a toccare il cielo con un dito e raggiungeva le GrAndi del calcio italiano.

Torino, Bettin, Rione Spirito Santo, Cozza, Ferrante e Tonino Martino, Piazza del Popolo e poi sono clacson e festa sfrenata. "Ma ci pensi? Reggina-Juventus, Reggina-Inter, Reggina-Milan..."

85 anni di attesa ma alla fine fu Storica Reggina! Dai periodi bui della nostra comunità a quel successo che fu più che un semplice evento sportivo, ma forse il culmine di quella Primavera che stava attraversando una città che improvvisamente ha rialzato la testa e guardato tutti, anche i più grandi e i più potenti, occhi ad occhi, alla stessa altezza, senza paura.

Un successo divenuto realtà grazie all'unità di un gruppo di lavoro probabilmente irripetibile, che ha traghettato il passaggio da una Reggina da bassifondi ad una Reggina azienda, macchina da guerra e strapotenza del calcio meridionale. Un successo ottenuto grazie anche al destino, dopo che quella stagione conclusa con il trionfo di Torino, era iniziata con scelte di mercato a dir poco disastrose. Poi arrivarono i Possanzini, gli Artico, i Firmani, i Ciccio Cozza a mettere le ali ad un team che ha fatto la storia del calcio italiano.

Senza retorica, ma quel successo ha avuto il forte e dolce sapore di un riscatto sociale dai contorni clamorosi: Reggio e la Reggina tra le Grandi.