L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

28.10.2018 14:51 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 482 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
L'ANGOLO DEI TIFOSI - Ecco le nuove mail

Ecco i pensieri dei tifosi amaranto pervenuti alla nostra casella mail.

Potete continuare ad inviare le vostre considerazioni all'indirizzo tuttoreggina@libero.it, pregandovi di essere rispettosi e rimanere nei limiti della dialettica.

 

Che dire.... A questo punto il sig pratico ' ha ragione! Il comune ha fatto sì che la Reggina emigrasse a Vibo. Giusto pensare di mollare tutto, poiché le spese gestionali sono triplicate. Falcomata' sei l'unico colpevole... Ora come la mettiamo? 

Giuseppe

 

Buongiorno, gentile Redazione. Scrivo dopo l'ottimo pareggio ottenuto dalla Reggina con la forte Juve Stabia. Desidero complimentarmi con i ragazzi in maglia amaranto e mister Cevoli. Eccetto i primi venti minuti, la Reggina ha giocato una buona partita. Sopratutto nel secondo tempo il piglio è stato quello giusto: tanto cuore, grinta, pressing, determinazione e ricerca della vittoria fino all'ultimo(vedi le diverse palle gol prodotte dagli amaranto). Dopo averlo criticato per la gestione Sandomenico, voglio fare una lode a Cevoli: complimenti Mister, non hai sbagliato nulla! E sono totalmente d'accordo con lui quando afferma che "la Reggina meritava di vincere". Comunque, ieri sera, caro Cevoli, la mentalità è stata quella giusta. Continuate così, con l'atteggiamento mostrato in campo contro i stabiesi e i buoni risultati non tarderanno ad arrivare. Infine, per come l'ho visto io, il fallo su Tulissi era da rosso. Voi cosa ne pensate? Grazie a Voi della Redazione, che date voce ai sentimenti dei tifosi amaranto(anche quelli lontani da Reggio) verso la nostra Reggina. Un caloroso e affettuoso saluto da Torino.

Piero Baccillieri

LA REDAZIONE RISPONDE: Gentile Piero, il fallo su Tulissi era da rosso diretto tutta la vita.

 

Prezioso pareggio contro la capolista virtuale, ma da qua a dire che la squadra meritava di vincere e soprattutto che siamo in crescita ( di che? condizione atletica? evoluzione ed applicazione degli schemi tecnico-tattici?) , per quanto affermato dal Mister nel dopo partita, ne corre parecchio.
Capisco che bisogna tenere alto il morale della truppa ma ancora non ci siamo. Una Juve Stabia deludente stava per portare a casa il risultato per lo stato di confusione mentale che la nostra difesa dimostra ad ogni partita, diversi giocatori appaiono insicuri e spesso in affanno tanto da combinare il patatrac ad ogni partita con protagonisti sempre diversi.Senza nulla di trascendentale gli avversari ci hanno messo in difficolta' per tutto il primo tempo, sfiorando il gol in più occasioni e raggiungendo poi il vantaggio nell'occasione meno limpida e praticamente già conclusa, col pallone in nostro possesso...ma rivelatrice dell'insicurezza dei nostri.
Menomale che abbiamo avuto la forza di reagire piu' di nervi che di tecnica ed abbiamo agguantato il pareggio nel finale del primo tempo, altrimenti si sarebbe messa troppo male.
Devo dire che la squadra nel secondo tempo e' scesa in campo con un altro piglio, fatto piu' di nervi, orgoglio ed agonismo ma ben poco di azioni ben congegniate e manovrate, tanto da meritare qualcosa in piu' dello spauracchio stabiese.
Finalmente Salandria e Marino sugli scudi...(non ho ancora capito la sostituzione di quest'ultimo, forse stanchezza? ) ma gli altri due (Zibert ed Ungaro) continuano ad essere due fantasmi, avulsi dal gioco.Certo Franchini in campo ...ma non al posto di Marino. Attacco dolenti note. Premessa: Sandomenico e' imprenscindibile per 90 minuti, e' l'unico che sembra vedere la porta, magari un po egooista, ma ditemi con chi dovrebbe dialogare? Tulissi mi sembra involuto( eppure sono un suo estimatore), quando e' necessario saltare l'uomo o farsi spazio per concludere non la imbrocca mai...
Capitolo centravanti: ad un certo punto della partita avevamo in avant = i tre nani di Biancaneve=, senza offesa per l'altezza di nessuno dei nostri attaccanti, non sempre e' quella che conta (Rigotto ,una delle migliori ali sinistre da me ammirate era un bassotto) ma quello che colpisce invece e' la loro incapacità a dialogare tra loro o con qualcuno sopraggiungente da dietro (Franchini avrebbe le fisique du role e la tecnica...Marino dove sei?
Comunque prediamoci il risultato positivo e sperioamo in tempi migliori.
Saluti comunque amaranto

Vincenzo