UFFICIALE: RINVIATA CATANZARO-REGGINA. Il sindaco Abramo decide chiusura impianti sportivi causa maltempo

05.10.2018 16:55 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 2049 volte
© foto di Andrea Rosito/Cosenza24.net
UFFICIALE: RINVIATA CATANZARO-REGGINA. Il sindaco Abramo decide chiusura impianti sportivi causa maltempo

Una stagione senza pace per la Reggina. Stavolta però non c'è la responsabilità di nessuno, ma del caso. La gara di domani di Catanzaro è stata rinviata a data da destinarsi a causa del maltempo che sta imperversando sulla zona del catanzarese e che, tra l'altro, ha causato la morte di tre persone (una mamma con i suoi due figlioletti). Decisa la chiusura degli impianti sportivi, come stabilito dal sindaco di Catanzaro, Abramo, compreso ovviamente lo stadio Ceravolo, anche in considerazione del fatto che domani la Protezione Civile ha stabilito l'allerta arancione per le condizioni meteo.

Ecco il comunicato dell'Amministrazione Comunale catanzarese:

Il sindaco Sergio Abramo ha disposto per domani, sabato 5 ottobre, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e di tutti gli impianti sportivi presenti sul territorio comunale, “a causa delle avverse condizioni meteorologiche”.

“Il bollettino di allerta meteo arancione diramato dalla Protezione civile per la giornata di domani, e le condizioni di criticità verificatesi nelle ultime ore a causa delle abbondanti precipitazioni ci hanno suggerito queste nuove misure precauzionali”, ha affermato il sindaco.

Il dispositivo si è reso necessario in considerazione delle difficoltà di spostamento dei mezzi pubblici e privati nel raggiungere le sedi scolastiche. Ed evidenzia come sia stato necessario urgenti misure per la salvaguardia dell’incolumità di persone, atleti, accompagnatori e spettatori che fruiscono degli impianti sportivi, al fine di consentire un’adeguata gestione di eventuali provvedimenti emergenziali.

La chiusura degli impianti sportivi riguarda, ovviamente, anche lo stadio “Nicola Ceravolo”. Il derby fra Catanzaro e Reggina, in programma alle 16:30, verrà pertanto rinviato. “Consentire la disputa di un incontro di calcio di questa importanza sarebbe andato contro il buon senso”, ha sottolineato il sindaco, “perché significava non tenere conto delle condizioni della viabilità della provincia e di buona parte della regione, oltre che dei requisiti di sicurezza di tutti gli impianti sportivi”.

L’amministrazione ha nel frattempo provveduto ad attivare il Coc, Centro operativo comunale, per monitorare la situazione e fronteggiare eventuali emergenze.