LE PAGELLE DEI TECNICI – Cozza paga gli errori difensivi, Pancaro porta a casa i tre punti

28.09.2014 17:45 di Antonio Laface  articolo letto 1604 volte
© foto di Francesco Decicco/TuttoLegaPro
LE PAGELLE DEI TECNICI – Cozza paga gli errori difensivi, Pancaro porta a casa i tre punti

PANCARO: Schiera un classico 4-4-2 inserendo Vella dal primo minuto a scapito di Bombagi.
I primi minuti del match non sembrano essere abbastanza promettenti per i suoi, costretti spesso ad indietreggiare sulle incursioni della Reggina.
Le vespe provano a giocare di rimessa, riuscendo ad affacciarsi maggiormente sulla trequarti avversaria nella seconda parte del primo tempo.
Nella ripresa, con l’inserimento di Bombagi i campani riescono a prendere molto più campo ma si fanno infilare nel momento di maggior spinta.
La risposta immediata al vantaggio della Reggina grazie alla rete di Di Carmine consente ai gialloblù di acquisire maggiore fiducia, sfruttando all’81’ la pazzesca disattenzione della difesa amaranto con il colpo di testa vincente di Romeo, che consente all’ex Milan di portare a casa l’intera posta in palio.

VOTO – 6


PADOVANO (COZZA): Il tecnico amaranto sorprende tutti tornando al vecchio marchio di fabbrica di casa Sant’Agata, schierando un coperto 5-3-2 con l’esordio di Maita dal 1’ al posto di Masini.
Le battute iniziali di gara fanno ben sperare i tifosi amaranto: la squadra si dimostra parecchio propositiva e spavalda, pronta in qualsiasi momento a far male alla Juve Stabia; la poca lucidità sotto porta di Louzada e compagni però, consente alle vespe di chiudere il primo tempo con un pareggio che tutto sommato appare giusto.
Nella seconda frazione di gioco gli amaranto la spuntano nel momento di maggior difficoltà, grazie ad un’invenzione di Maita che pesca Armellino in area di rigore.
Il vantaggio reggino non dura però nemmeno 30’’ ed i campani riescono addirittura a passare avanti mezz’ora dopo grazie alla rete di Romeo.
L’avanzamento di Rizzo ed i cambi di Bramucci e Masini e nei minuti finali non producono gli effetti sperati, ed oggi come nelle gare contro Messina e Lecce la Reggina perde tre punti pesantissimi a causa dei suoi “orrori” difensivi e di un attacco abulico.

VOTO – 5,5