EX REGGINA - Mimmo Toscano ricorda i suoi inizi con la Reggina: "Mi bastava fare il raccattapalle per sognare. Mio papà seguiva le mie partite di nascosto..."

01.12.2018 17:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 1181 volte
© foto di Simone Venezia
EX REGGINA - Mimmo Toscano ricorda i suoi inizi con la Reggina: "Mi bastava fare il raccattapalle per sognare. Mio papà seguiva le mie partite di nascosto..."

Gran bella intervista concessa a gianlucadimarzio da Mimmo Toscano, attuale allenatore del FeralpiSalò.

Il tecnico reggino racconta il suo approccio con il calcio, naturalmente con la maglia della Reggina: "....Parlo con papà, lo convinco a smettere di lavorare e a rinunciare a qualche giorno di scuola, con la promessa che mi sarei ugualmente diplomato. Passavo le mie giornate tra allenamenti miei, libri e allenamenti della prima squadra dove andavo a raccattare i palloni che finivano di là dalla rete del Comunale. Volevo stare lì, anche soltanto per sognare ad occhi aperti, per immedesimarmi in loro”.

L’occasione arriva, Mimmo vince il campionato con la squadra della sua città e al ricordo gli occhi diventano subito lucidi… “E poi ho un altro ricordo,quello di mio papà che a detta sua non veniva mai a vedere una mia partita e solo a distanza di anni scoprii che invece non era così. Veniva al Comunale, si nascondeva dietro i piloni e tornava a casa dieci minuti prima che finisse.Appena mettevo la chiave nella porta di casa mi chiedeva, ‘cosa avete fatto oggi?’. Non si faceva vedere perché in realtà gli interessava soltanto una cosa:che io fossi educato e rispettoso in campo”.