Reggina, Baroni dopo il successo di Ferrara: "Pensiamo solo al lavoro sul campo"

27.02.2021 16:26 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Reggina, Baroni dopo il successo di Ferrara: "Pensiamo solo al lavoro sul campo"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com

Marco Baroni, allenatore della Reggina, ha parlato in conferenza stampa dopo il netto successo sulla SPAL che lancia la squadra a quota 32 punti:

"Sul 2-0 per noi siamo andati un pò troppo dietro e abbiamo smesso di giocare. Noi dobbiamo pensare solo a fare prestazioni importanti e svolgere in campo ciò che prepariamo. Sui gol fatti dietro c'è il lavoro fatto in settimana. La SPAL ha valori tecnici e individuali importanti e contro queste squadre non dobbiamo mai uscire dalla partita. C'è poco da festeggiare, dobbiamo subito pensare alla partita di martedì".

Sulle scelte: "Cerco sempre soluzioni per mettere a proprio agio tutti i calciatori. Finalmente Rivas ha attaccato la porta, sono contento per lui perché è un calciatore importante, ma a volte spreca tante energie nella corsa. La strada è quella giusta, ma dobbiamo stare concentrati, hanno vinto tutte dietro e ora abbiamo tante partite difficili. Non dobbiamo ascoltare i complimenti, ma lavorare a testa bassa e i sono i margini per fare ancora meglio".

Sulla classifica: "Si vede più avanti, l'unica ambizione deve essere quella di lavorare al massimo. Noi dobbiamo andare su tutti i campi e provare a vincere, ma non dobbiamo stare lì a guardare la classifica. In questo campionato ci sono troppe insidie, pensiamo solo al lavoro, che può portarci fuori dalla zona pericolosa, poi vedremo".

Su Menez: "Lui è un calciatore importante per noi, in questa squadra può davvero fare la differenza. Le partite cambiano negli ultimi 30' e i giocatori devono essere subito pronti, specialmente in una settimana con tre partite. Io tengo tutti in grandissima considerazione e tutti hanno la mia fiducia, anche i vari Dalle Mura e Micovschi, dobbiamo far crescere Okwonkwo, ma tutte queste cose le dobbiamo portare avanti con una partita dietro l'altra: ma i ragazzi hanno capito".

Su qualche battibecco con Montalto: "Ogni tanto ha bisogno di capire questo, ha bisogno di essere richiamato. Ha bisogno di ascoltare, se è finito in Lega Pro un motivo c'è. Se i giocatori non sono legittimati dal passato, devono fare quello che gli viene richiesto".