LIVE TUTTOREGGINA! UFFICIALE: i campionati professionistici completeranno la stagione, stop ai Dilettanti. Balata soddisfatto, Ghirelli no

PER AGGIORNARE LA PAGINA PREMERE F5 o EFFETTUARE IL REFRESH della PAGINA. DIRETTA AL VIA ALLE ORE 10.45
20.05.2020 16:15 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
LIVE TUTTOREGGINA! UFFICIALE: i campionati professionistici completeranno la stagione, stop ai Dilettanti. Balata soddisfatto, Ghirelli no

ore 18.45 - NESSUN COMMENTO DALLA REGGINA 1914 SRL - Il club amaranto non rilascerà dichiarazioni o note stampa dopo l'esito del Consiglio Federale FIGC

ore 18.30 - GHIRELLI NON CI STA: "Quello che è uscito dal Consiglio federale non mi soddisfa per nulla". Il presidente della Lega Pro, Ghirelli, ha sottolineato la sua posizione in una nota stampa:

"Devo parlare il linguaggio della verità: quello che è uscito dal Consiglio federale non mi soddisfa per nulla. La Serie C ha una sua evidente specificità nel campo professionistico, altrimenti non si capirebbe perché ci sono A, B ed appunto Serie C. Noi non siamo in grado di tornare a giocare, ce lo hanno detto anche i sessanta medici sociali, dovevamo fare gli ipocriti e non parlare il linguaggio della verità? Il calcio va veramente riformato nella sua cultura. Noi non siamo in grado di assicurare la certezza delle misure per salvaguardare la salute. Quello che si sa del nuovo protocollo ci porta a dire che sarà ancora più dura per i nostri club. Mi auguro che io abbia torto rispetto alla situazione. Discuterò ancora una volta con i presidenti con la stessa chiarezza con cui l’ho fatto da sempre. Poi qualcuno può andare a sollecitare scrivendo lettere per giocare i playoff. Playoff e play out si potrebbero disputare? Abbiamo votato alla luce del sole, né torneremo a discutere. Io non voglio sfidare nessuno, non c’è una lotta di potere, almeno per me conta solo la Serie C, i valori del calcio e al primo posto c’è la salute. La mia intenzione è di proteggere gli interessi di tutti i club, valgono gli interessi generali e non quelli di qualcuno".

ore 17.23 - BALATA SODDISFATTO: "E' passata la nostra linea" - Arrivano i primi commenti sull'esito del CF. Il presidente della Lega B, Mauro Balata, ha scritto su Twitter: "Grande soddisfazione. In Consiglio federale è passata la nostra linea per la ripartenza del campionato. Ora avanti con le riforme!"

ore 17.15 - UFFICIALE:  i campionati professionistici completeranno la stagione, stop ai Dilettanti. CLICCA QUI per la nota della FIGC sui lavori del Consiglio Federale del 20 maggio

ore 16.55 - IN ARRIVO IL COMUNICATO SUL CONSIGLIO FEDERALE DA POCO TERMINATO.

ore 16.40 - TELEBARI (EMITTENTE UFFICIALE SSC BARI): "SERIE C, SOLO I PLAYOFF DA META' LUGLIO" - Interessante indiscrezione rilanciata da TeleBari, che è l'emittente ufficiale del club biancorosso: "La volontà espressa è quella di far ripartire i campionati di serie A, B e C. Stop ai dilettanti. La massima serie potrebbe ripartire a metà giugno e terminare a fine agosto, per la B la data utile potrebbe essere quella del 21 giugno. Improbabile una ripresa del campionato di Lega Pro, si va verso play-off e play-out da disputarsi da metà luglio a metà agosto. Ancora da stabilire formule e criteri".

ore 16.38 - LE IDEE SUI PLAYOFF IN SERIE C - Su Gazzetta del Mezzogiorno di oggi, abbozzata l'idea per la disputa dei playoff di serie C:  "L’idea sarebbe coinvolgere seconda, terza e quarta di ogni girone dando vita ad altrettanti triangolari: Novara ospiterebbe il girone A, Coverciano il gruppo B, Catania il C. Le tre vincitrici dei triangolari sarebbero coinvolte in una finale a tre da disputare a Roma o Firenze: chi trionfa è promosso in serie B. Ma attenzione, le due eliminate dalla fase finale non sarebbero prive di speranze perché diventerebbero le prime in graduatoria per eventuali ripescaggi o riammissioni. La formula può funzionare: due soli viaggi per chi arriva fino in fondo, quattro partite in tutto per definire il verdetto. Un programma smaltibile in meno di tre settimane".

ore 16.43 - SERIE D, VENERDI' PROSSIMO CONSIGLIO DIRETTIVO: LE IPOTESI SULLE RETROCESSIONI - Altri rumors sul destino della serie D. Assodato lo stop definitivo della stagione, assodato che le nove capoliste saranno promosse "a tavolino2 in serie C, si fa largo l'ipotesi di mantenere le retrocessioni, ma limitarle alle ultime due di ogni gironi.

In questo caso, la US Palmese retrocessa in Eccellenza, salve Asd Roccella 1935 e ASD Corigliano Calabro Calcio

ore 16.25 - ULIVIERI (PRESIDENTE ASSOALLENATORI): "ANCHE LA C CONCLUDA I CAMPIONATI SUL CAMPO" - Prima della riunione del Consiglio Federale, il presidente dell'Assoallenatori, Renzo Ulivieri, aveva parlato a Corriere del Veneto: "La volontà delle parti è di ripartire ma dovremo stare alle indicazioni del Governo, anche la Lega Pro dovrà provare a ripartire e probabilmente potrebbe avere tempi più lunghi per concludere il campionato, oltre il 3 agosto previsto per la A. Si cercherà di arrivare alla definizione delle classifiche sul campo. Se invece non fosse possibile giocare tutte le partite o solo i playoff questo tecnicamente lo vedremo".

ore 16.24 - CONSIGLIO TERMINATO - La riunione si è conclusa dopo quasi quattro ore. Uscito dal palazzo della Federazione in via Allegri il presidente Ghirelli, che non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale.

ore 16.22 - REPUBBLICA: AVANTI I CAMPIONATI PROF" - Repubblica, nella sua edizione online, conferma quanto sottolineato da altri organi d'informazione: "Stop ai campionati di calcio dei Dilettanti, avanti quelli della Leghe di serie A, B e C: è questo quanto emerge dal consiglio federale della Figc, ancora in corso a Roma. Ieri il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, aveva annunciato l'ok definitivo agli allenamenti collettivi, fissando per il 28 maggio un incontro con tutte le componenti del calcio per decidere se e quando far ripartire i campionati.

Il consiglio ha anche stabilito una nuova proroga per la stagione 2019/2020: le competizioni potranno andare avanti fino al 31 agosto, i campionati professionistici dovranno concludersi entro il 20 agosto
".

ore 16.17 - LA D SARA' FERMATA, LE NOVE CAPOLISTE PRATICAMENTE IN C - A breve si avrà l'ufficialità dello stop della serie D e le nove capoliste potranno di fatto festeggiare il salto di categoria. Si tratta di Lucchese, Pro Sesto, Campodarsego, Mantova, Grosseto, Matelica, Turris, Bitonto e Palermo. Non si conosce il destino delle formazioni di coda.

ore 16.05 - Le altre importanti determine del CF riguardano ora le date della prossima stagione: quando ripartiranno i campionati? E le finestre di mercato? Nell'ordine del giorno anche le vicende riguardanti le Licenze Nazionali.

ore 15.55 - Altra precisazione da parte di Sky: "In caso di ripresa della serie C con i soli playoff, le tre capoliste in C e la quarta decisa tramite gli spareggi".

ore 15.45 - SKY: "Consiglio federale: la stagione 2019/20 terminerà il 31 agosto, serie A, serie B e Lega Pro dovranno terminare entro il 20 agosto. La stagione 2020/21, per i professionisti, si aprirà il primo settembre", lo riporta su Twitter il giornalista dell'emittente satelitare Alciato.

ore 15.25 - GAZZETTA.IT - "I campionati di Serie B e C vanno avanti, mentre si fermano i Dilettanti. La discussione prosegue per il campionato di Serie A, dove si continua a non escludere la possibilità di playoff, per riuscire ad arrivare fino in fondo", lo scrive la versione online del quotidiano sportivo..

ore 15.10 - SKY: "LA FIGC VUOLE PROSEGUIRE I CAMPIONATI PROF"  - "La volontà di andare sino in fondo e portare a termine le Leghe, anche se con quale modalità resta ancora da capire. La serie A giocherebbe le 124 gare in calendario, anche se Gravina non ha parlato di playoff e playout, che sarebbe il piano B in caso di impossibilità di completare il programma", sono le notizie fornite da Sky direttamente da via Allegri, sede della FIGC.

ore 14.45 - PAROLA D'ORDINE DEL CONSIGLIO FEDERALE "RIPARTENZA" - Il Consiglio Federale FIGC è ancora in corso e vi è una certa prudenza nel voler commentare determinati esiti e decisioni.

La parola chiave della riunione tra le varie componenti è però "ripartenza". Per tutto il campionato Prof, A, B e C. Come e in quali modalità?

Bisogna distinguere da categoria a categoria: la A vuole riprendere, il prossimo 28 maggio potrebbe persino arrivare la data della ripartenza (virus permettendo), lo stesso dicasi per la B, per la serie C c'è ancora da capire. Perché, nel caso della terza serie, ripartenza significherebbe giocare solo i playoff: ma anche in questo caso bisogna sempre ricordare che nell'Assemblea solo 16 su 28 attualmente aventi diritto hanno optato per questa soluzione e alcune squadre solo quasi in stato di decozione (Catania su tutte) e in piena zona spareggi-promozione.

C'è, si chiederanno i tifosi della Reggina, l'ipotesi di completare la stagione stoppata lo scorso 8 marzo? Teoricamente si, ma se dal momento che la A è ancora in bilico, tutto fa pensare che la C difficilmente potrà rispettare il calendario restante.

Dunque non resta che attendere (ancora!) per capire il destino definitivo di una stagione maledetta, soggiogata dal virus invisibile.

ore 14.45 - La serie D e i campionati minori potrebbero invece essere dichiarati conclusi già oggi: è questa la tendenza emersa dal CF in corso a Roma.

ore 14.15 - Il mancato stop della Lega Pro potrebbe anche significare non solo il tentativo di voler riprendere la stagione regolare, ma eventualmente concluderlo sul campo con la disputa dei playoff. Quindi, ergo, decisamente lontanissima la possibilità di ratificare la ratio scelta dalla Lega Pro per la quarta promozione.

ore 14.01 - MARANI: "CONSIGLIO FIGC DELIBERA RIPARTENZA CAMPIONATI - Il vice direttore di Sky Sport, Matteo Marani, ha parlato del CF in corso: "Se vogliamo, l'incontro di oggi dice una cosa abbastanza prevedibile, che è quella che si giocherà. Ma è una notizia: oggi uscirà dal Consiglio Federale che i campionati professionistici ripartono, questa è la delibera che verrà presa. Poi di altre cose, playoff o simili, si parlerà in seguito. Ma se non ci saranno problemi i campionati ripartiranno".

ore 13.55 - RUMORS: NO SOSPENSIONE CAMPIONATO SERIE C - Come riferiscono i colleghi di Radio Selene, il Consiglio Federale avrebbe respinto la proposta della Lega Pro di chiudere il campionato di serie C.

ore 13.35 - LEGA PRO, CHI A FAVORE DEI PLAYOFF

Sedici squadre hanno votato in Assemblea di Lega Pro per i play: tra queste, Padova, Reggiana, Bari, Monopoli, Potenza, Ternana, Carrarese, Novara, Catanzaro, Triestina, Sudtirol.

ore 13.30 - LE POSIZIONI DELLE VARIE COMPONENTI SUI VERDETTI SPORTIVI

LEGA SERIE B, LE PAROLE DI BALATA: "C'è una regola fondamentale nello sport, si vince o si perde sul campo, per merito sportivo, e questo è un principio superiore. Finché ci sarà la possibilità di terminare regolarmente le competizioni bisognerà cercare di perseguire questa strada e questa soluzioni. Che poi è anche quella che eviterebbe il fiorire di tanti contenziosi, anche schizofrenici, di cui parla spesso anche il presidente Gravina. Avendo come obiettivo quello della massima sicurezza possibile, ovviamente, bisogna provare a finire i campionati. Il protocollo stilato dalla FIGC è molto oneroso, costoso. Promozioni e retrocessioni? Ci sono delle regole e queste non possono essere cambiate in corsa, cambiandole in corsa sicuramente sbaglieremmo".

LEGA PRO, GHIRELLI DIFENDE SCELTE ASSEMBLEA - Stop campionato, blocco retrocessioni, blocco ripescaggi, promozione tre capoliste. Ghirelli invece non ha mai chiuso l'ipotesi playoff.

ore 13.15 - LE POSIZIONI DELLE VARIE COMPONENTI SUL DESTINO DEI TORNEI:

LEGA SERIE B - Qualche giorno fa, i club d'accordo nel voler perseguire l'obiettivo di tornare a giocare, quando ci saranno le possibilità di farlo.

LEGA PRO - Ghirelli si è sempre "riferito" alle votazioni dell'Assemblea di Lega Pro

LND - Stop ai campionati, lo stesso presidente della LND ha sottolineato come questa scelta sia inevitabile.

ore 13 - DE LAURENTIIS JR ALLA RAI: Il presidente del Bari, De Laurentiis, ha parlato ai microfoni Rai in attesa delle decisioni del CF:

"E’ sicuramente un’attesa nervosa, stiamo contando i giorni. Sono passate settimane dallo stop al campionato; si sta cercando di capire come ripartire salvaguardando tutti gli investimenti, di tempo, lavoro, economici, fatti quest’anno.  Un ulteriore rinvio darebbe un segnale di incertezza. Il calcio è un’industria e, come si sta facendo per molti altri settori, merita di ripartire, pur con tutte le difficoltà legate al rispetto dei protocolli sanitari del caso; prassi molto delicate e costi sicuramente impattanti.  Il Presidente Gravina si è sempre detto pro ripartenza dei campionati, a salvaguardia di tante economie. In Lega Pro tante società sarebbero dell’idea di chiudere i battenti non potendo sostenere i costi di una ripresa; ma ci sono problemi contingenti nel non giocare, le problematiche legate ad uno stop dei campionati sarebbero molteplici, in primis la definizione delle classifiche, aspetti legati agli sponsor e non solo".

ore 12.15 - Intercettato dai giornalisti presenti in via Allegri, il presidente LND, Sibilia, ha sottolineato: "Dico che aspettiamo quello che comunicherà il Presidente, vediamo. Giornata decisiva? Credo interlocutoria".

ore 11.55 - La riunione inizierà alle ore 12, presenti nella sede della FIGC il presidente Gravina, il consigliere Lotito e il presidente Lega Pro Ghirelli: gli altri sono collegati in videoconferenza.

ore 11.45 - TUTTOSPORT: LA D SI FERMA, ATTESA PER LA LEGA PRO - Sul quotidiano Tuttosport le ultime in merito al Consiglio Federale FIGC: "La sensazione è che si intraprenda la direzione che porterà a giocare il più possibile. La B e la C, poi, non hanno particolari scadenze per terminare i tornei, a differenza della serie A che deve esprimere le squadre per le coppe europee". Il quotidiano sportivo sottolinea: "Difficile che il CF accolga oggi le istanze della maggioranza della Lega Pro, in particolare il blocco retrocessioni e ripescaggi, oltre alla promozione delle capoliste dei tre gironi e il meccanismo votato per la promozione della squadra squadra in B".

- ore 11.40 - LE ANALISI DEI QUOTIDIANI: "Oggi il Consiglio Federale: l'intenzione è non fermarsi anche in B e C"

"Il consiglio federale di oggi, inizio a mezzogiorno, prenderà decisioni importanti. Ma probabilmente non sarà la sede per definire il famoso «piano B» del calcio: il desiderio condiviso è oggi quello di riprendere la Serie A per portarla a termine, come ribadito dal ministro dello Sport Spadafora. Non dovrebbe essere questa dunque l’occasione per definire eventuali playoff-playout o, addirittura, per stabilire i criteri per un ipotetico congelamento delle classifiche. L’impegno non vale solo per la Serie A: la proposta di Gravina, che poi sarà valutata dalle componenti, è quella di riprendere anche gli altri tornei professionistici. Restano tanti dubbi sulla possibile ripartenza della Lega Pro, che ha già chiesto di dichiarare chiusa la stagione e di ufficializzare le squadre promosse in B. L’orientamento sui campionati professionistici resta quello di tornare in campo, mentre il consiglio federale già oggi dovrebbe invece procedere allo stop definitivo dei tornei dilettantistici. Stessa sorte dovrebbe riguardare anche il calcio femminile.

Tra gli argomenti all’ordine del giorno anche le «licenze Nazionali stagione sportiva 2020/2021»: verranno approvate le norme che regolamenteranno l’iscrizione al prossimo campionato.

Non è certo invece che vengano stabilite le date delle varie scadenze, che necessariamente dipenderanno da quella della fine dell’attuale stagione sportiva. Sul tema «termini tesseramento in ambito professionistico stagione sportiva 2020/2021» invece c’è ancora incertezza: sono le date che riguardano i tesseramenti dei tornei del prossimo anno, che a loro volta verranno regolate in base ai termini temporali della sessione di mercato estiva, non appena verrà definita. Sarà inoltre ufficializzata la nomina di Carlo Nanni, responsabile sanitario del Bologna, all’interno della commissione medica federale come referente della Lega di A.

ore 11.35 - Ecco l'ordine del giorno del CF:

- informativa del Segretario Generale;

- modifiche regolamentari;

- nomine di competenza;

- decreto Presidente Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020: provvedimenti conseguenti;

- circolare UEFA n. 24 del 24 aprile 2020: determinazioni in ordine alle modalità di conclusione dei campionati stagione sportiva 2019/2020;

- competizioni ufficiali professionistiche e dilettantistiche stagione sportiva 2019/2020: provvedimenti conseguenti;

- Licenze Nazionali stagione sportiva 2020/2021;

- termini tesseramento in ambito professionistico stagione sportiva 2020/2021;

- ratifica delibere di urgenza del Presidente Federale;

- varie ed eventuali.

ore 11.25 - Le votazioni dei club di serie C in sede assembleare:

STOP ALLA SERIE C: 52 favorevoli, 1 contrario, 6 astenuti

PROMOZIONE TRE CAPOLISTE: 53 favorevoli, 4 contrari, 2 astenuti

BLOCCO RETROCESSIONI: 52 favorevoli, 2 contrari, 5 astenuti

BLOCCO RIPESCAGGI: 56 favorevoli, 1 contrario, 2 astenuti

QUARTA PROMOZIONE: merito sportivo:23 favorevoli, playoff: 16 società hanno votato per giocare i play off, 17 astenuti, 3 club contrari

ore 11.15 - Lega Pro, ecco le decisioni assunte in Assemblea dei club di Lega Pro:

- STOP ALLA SERIE C

- PROMOZIONE TRE CAPOLISTE

- BLOCCO RETROCESSIONI in SERIE D

- BLOCCO RIPESCAGGI dalla SERIE D

- QUARTA PROMOZIONE in B per MERITO SPORTIVO (media punti ponderata)

ore 11.02 -  Da chi è composto il CF?

PRESIDENTE

Gabriele Gravina

CONSIGLIERI FEDERALI

L.N.P. - SERIE A
Claudio Lotito, Giuseppe Marotta

L.N.P. - Serie B
Mauro Balata (presidente)

Lega Pro
Francesco Ghirelli (presidente), Walter Baumgartner, Pietro Lo Monaco

L.N.D.
Cosimo Sibilia (Presidente), Andrea Montemurro (Consigliere Nazionale), Stella Frascà (Consigliere Nazionale), Giuseppe Baretti (Consigliere Area Nord), Francesco Franchi (Consigliere Area Centro), Maria Rita Acciardi (Consigliere Area Sud)

A.I.C.
Damiano Tommasi (Presidente),Umberto Calcagno, Sara Gama, Gianluca Zambrotta

A.I.A.C.
Mario Beretta, Zoi Gloria Giatras

A.I.A.
Marcello Nicchi (Presidente)

I "pesi" all'interno del CF:

Il Consiglio Federale è formato da tutte le componenti del calcio italiano, che "pesano" in maniera diversa nel consesso.

La Lega serie A, nel dettaglio, pesa per il 12%, la B per il 5%, la Lega Pro per il 17%: per la terza serie, oltre al presidente Ghirelli, i rappresentanti sono l'ex ad del Catania Lo Monaco e il presidente del Sudtirol Baumgartner. La Lega Nazionale Dilettanti pesa addirittura per il 34% e senza l'accordo dei delegati dei Dilettanti ogni proposta è praticamente impossibile da approvare. Infine, i calciatori pesano per il 20%, gli allenatori per il 10% e gli arbitri per il 2.

ore 10.50 -  Toccherà dunque al Consiglio Federale FIGC determinare il "destino" della Reggina, proiettata più che mai verso la serie B, seppur a tavolino.

Quali poteri ha il Consiglio Federale?

È l’organo normativo, di indirizzo generale e di amministrazione della FIGC. I principali atti normativi emanati dal Consiglio federale sono: le Norme Organizzative Interne Federali (NOIF), il Codice di Giustizia Sportiva e la disciplina antidoping, le norme di controllo delle società di calcio e il manuale delle Licenze Nazionali e UEFA. Le altre principali funzioni riguardano la nomina dei componenti delle Commissioni e degli Organi di Giustizia Sportiva, l’approvazione del bilancio preventivo e consuntivo, l’approvazione dei programmi nazionali ed internazionali, il coordinamento dell’attività agonistica demandata alle Leghe e l’approvazione delle delibere sull’ordinamento dei campionati. Il Consiglio federale, inoltre, esamina i ricorsi presentati dalle società per l’ammissione ai campionati di competenza, approva gli statuti e i regolamenti delle Leghe, dell’AIA e dei Settori e i regolamenti elettorali delle Componenti Tecniche.

                                                                  ------------------------------------------------------------

E' il giorno della verità? Oppure l'ennesima giornata interlocutoria? I tifosi della Reggina attendono il via libera della tanta agognata e meritata serie B. Sul tavolo del Consiglio Federale arriverà la proposta di mandare tra i Cadetti Monza, Vicenza e Reggina, le tre capoliste al momento dello stop del campionato, causa Covid-19.

Ma sono tantissimi i temi sul tavolo: quali e quanti provvedimenti verranno assunti già oggi e quali nuovamente procrastinati ad altra data?

Seguite con noi tutti gli AGGIORNAMENTI in TEMPO REALE dell'incontro tra le componenti.