Colomba ci fa commuovere: "19 marzo 2000, Roma-Reggina 0-2"

19.03.2020 11:18 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Colomba ci fa commuovere: "19 marzo 2000, Roma-Reggina 0-2"

"Campionato di calcio di Serie A. STADIO OLIMPICO DI ROMA. ROMA - REGGINA :0-2
Marcatori : COZZA E CIRILLO Partita sofferta contro la Roma di Capello che veniva da 12 risultati utili consecutivi. Al secondo gol ,arrivato al 90’ ,ho alzato lo sguardo al cielo ed ho visto mio padre Valente e l’ho ringraziato perché da lassù ,nel giorno della festa del papà,mi aveva sicuramente aiutato. Ho abbracciato il dottore Pasquale Favasuli ma era come se avessi abbracciato lui .
Nel mio cuore ,dopo 20 anni ,questa partita occupa sempre un posto importante ed a Reggio Calabria la “VITTORIA DI ROMA ” viene ancora ricordata con orgoglio da tutti gli sportivi. Da Nord a Sud : “RESTIAMO A CASA” e “ANDRÀ TUTTO BENE!
", così Franco Colomba su Instagram.

Ci fai commuovere Mister! Indimenticabile quel 19 marzo 2000, Roma-Reggina 0-2, la matricola amaranto capace di espugnare l'immenso Olimpico, con ben 10mila tifosi al seguito. Una delle partite più belle della Storia del club amaranto.

Ecco le immagini postate dal Mister: le lacrime partono automaticamente

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

19 Marzo 2000 Campionato di calcio di Serie A. STADIO OLIMPICO DI ROMA. ROMA - REGGINA :0-2 Marcatori : COZZA E CIRILLO Partita sofferta contro la Roma di Capello che veniva da 12 risultati utili consecutivi. Al secondo gol ,arrivato al 90’ ,ho alzato lo sguardo al cielo ed ho visto mio padre Valente e l’ho ringraziato perché da lassù ,nel giorno della festa del papà,mi aveva sicuramente aiutato. Ho abbracciato il dottore Pasquale Favasuli ma era come se avessi abbracciato lui . Nel mio cuore ,dopo 20 anni ,questa partita occupa sempre un posto importante ed a Reggio Calabria la “VITTORIA DI ROMA ” viene ancora ricordata con orgoglio da tutti gli sportivi. Da Nord a Sud : “RESTIAMO A CASA” e “ANDRÀ TUTTO BENE” ! ❤️🇮🇹️

Un post condiviso da Franco Colomba (@franco.colomba) in data: 18 Mar 2020 alle ore 4:20 PDT