Gaz.Sport: "Calcio Catania, il futuro prende forma: si fa avanti un gruppo toscano"

12.05.2022 12:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
Gaz.Sport: "Calcio Catania, il futuro prende forma: si fa avanti un gruppo toscano"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giuseppe Scialla

Mentre la Reggina non ha alcuna certezza sul proprio futuro, il Catania attende anch'essa la svolta per ripartire, almeno, dalla serie D.

Su Gazzetta dello Sport, pagine regioni, si parla degli interessi per rilanciare la società etnea:

"A sei giorni dal Consiglio Federale convocato anche per attribuire alla città di Catania un titolo sportivo, qualcosa in penombra si muove. Ci sono almeno due gruppi che, agendo in totale silenzio, si stanno muovendo per far rinascere la storia del calcio.

Dopo l’ipotesi di un gruppo milanese, che avrebbe anche avuto rapporti con un socio forte impegnato in affari a Dubai, si staglia all’orizzonte un’ipotesi romana, completamente scollegata con le altre (o presunte) trattative che erano nate durante la gestione Sigi e nel periodo immediatamente successivo, durante il quale è piombato l’imprenditore Benedetto Mancini in città, senza riuscire a salvare il campionato di Serie C. (...)

Ma non è l’unico gruppo che, a quanto pare, sta puntando su Catania per investire e per consentire ai tifosi di riappropriarsi di un mondo, quello del calcio, comunque costretto a ripartire dalla Serie D. Si spera non dal campionato d’Eccellenza, perché in quel caso gli investitori potrebbero anche nutrire forti dubbi su investimenti, rilancio, organizzazione. Molto, insomma dipenderà dalla decisione del Consiglio Federale del 18 maggio. Questo gruppo fa base in Toscana, non si tratta di gente sprovveduta, ma di imprenditori che hanno gestito società di calcio a un certo livello. A scanso di equivoci, è stato escluso l’intervento del gruppo Della Valle, giusto per distinguere voci che hanno poco fondamento dalla realtà.

Nelle prossime ore almeno uno dei due gruppi comincerà a discutere ufficialmente con il Comune, unico interlocutore incaricato di assegnare il titolo sportivo a un gruppo forte, che abbia almeno un piano triennale chiaro ed economicamente valido. Il sindaco facente funzione, dott. Roberto Bonaccorsi, assegnerà il titolo e anche la concessione dello stadio Massimino per le gare interne. Tutto potrebbe prendere corpo, ovviamente, dopo il 18 maggio", si legge sul quotidiano sportovo.