SERIE C PREVIEW, CATANZARO-CATANIA, chi perde affonda. Lucarelli: "Chi pensa a sé stesso è fuori dalla squadra"

17.11.2019 11:00 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito/Cosenza24.net
SERIE C PREVIEW, CATANZARO-CATANIA, chi perde affonda. Lucarelli: "Chi pensa a sé stesso è fuori dalla squadra"

E' una sorta di supersfida tra deluse, Catanzaro-Catania non ammette repliche, sopratutto per chi perde. Prevarrà la paura di perdere ulteriore contato con le posizioni che contano o la rabbia per una prima parte di stagione ampiamente sotto le attese?

Il responso questa sera a partire dalle ore 20.45.

QUI CATANZARO - Grassadonia, tecnico giallorosso, ha parlato della sfida contro gli etnei:

"La squadra ha iniziato un nuovo ciclo. Sono cambiati discorsi tattici e concetti di gioco. C’è da lavorare tanto e correggere gli errori durante la settimana, su quelli continuare a lavorare e crescere nel più breve tempo possibile. Devo essere bravo io a cercare di far capire le mie direttive. La squadra mi segue con grande determinazione, attenzione e voglia. Lavora bene. Serve tempo per conoscersi e capire quello che io richiedo. Stiamo facendo passi avanti, poi è normale che questa non è una rosa costruita da me ma bisogna incidere sul percorso e capire eventualmente di cosa c’è bisogno più avanti”.

Sulla gara dice: "Contro il Catania o l’ultima della classe le difficoltà ci sono comunque. Domani sarà una partita importante e dovremo essere bravi noi. Mi piace guardare in casa mia, capire a che punto siamo, dove migliorare e su cosa lavorare. Sulla carta il Catania è forte, se hanno cambiato allenatore avranno avuto dei buoni motivi. Faremo il massimo per centrare la vittoria. In questo campionato non esistono gare facili perchè oggi sono tutti organizzati, chi pensi che non possa impensierirti va forte e ti mette in difficoltà sul piano della corsa”. 

Out Bianchimano e De Risio

QUI CATANIA - Cristiano Lucarelli deciso a tornare al successo per svoltare la stagione di un Catania sin qui decisamente sotto le aspettative. Il tecnico avverte i suoi:

Spero che la squadra abbia capito domani a che ora inizierà la partita. Prima della gara nessuno possiede la sfera magica nel leggere come potrà essere la prestazione del singolo. In una buona percentuale, comunque, l’allenatore può incidere. Sappiamo di dovere crescere e lavorare su tanti aspetti, tra cui arrivare pronti al fischio dell’arbitro dal punto di vista mentale. Noi ci lavoriamo, poi c’è sempre il riscontro del campo”. 

Continua Lucarelli: "Mi prendo ulteriore tempo per confermare quello che ho nella testa. Non vi meraviglierete quando leggerete la formazione. In difesa siamo talmente risicati che non c’è molto da riflettere. Si va sul campo, si suda, si corre tanto e forte, si dimostra di tenere alla causa, guardando all’interesse del Catania. Così con me si va d’accordo e tutti possono avere la propria chance. Chi fa il paraculo o guarda al proprio orticello sarà debellato. Se vedo forme di egoismo, anche da queste considerazioni si opererà sul mercato invernale. Mercato in cui non sarà facile effettuare tutto quello che abbiamo messo su carta, ma faremo il possibile”.

Sulla sfida del Ceravolo: “Catanzaro vale tantissimo per me. Portare a casa un risultato positivo vuol dire, poi, avere un calendario che ti potrebbe permettere di mettere in fila una striscia positiva di risultati. Se noi riuscissimo ad incamerare punti nelle prossime due trasferte, avremo la possibilità concreta di fare un bel filotto ripristinando autostima, equilibrio ed entusiasmo e lavorare con un’armonia diversa, recuperando punti importanti".

Indisponibili Calapai, Mbende, Saporetti, Dall’Oglio, Welbeck, Rossetti e Sarno.

PROBABILI FORMAZIONI:

CATANZARO (3-5-2): Di Gennaro; Celiento, Martinelli, Pinna; Statella, Tascone, Maita, Casoli, Favalli; Nicastro, Fischnaller. Allenatore: Grassadonia

CATANIA (3-5-2): Furlan; Silvestri, Biagianti, Marchese; Biondi, Bucolo, Rizzo, Mazzarani, Pinto; Catania, Di Piazza. Allenatore: Lucarelli