Qui Catanzaro: "Auteri, panchina a rischio: decide tutto Bari"

21.10.2019 11:25 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Qui Catanzaro: "Auteri, panchina a rischio: decide tutto Bari"

Bari ultima chiamata? Balla la panchina di Gaetano Auteri, il suo Catanzaro va a sette punti dalla vetta dopo il ko casalingo contro il Potenza.

Gazzetta dello Sport scrive in merito alla situazione della panchina giallorossa: 

"Immediata conseguenza del primo k.o. interno stagionale: il silenzio stampa deciso dal presidente Floriano Noto. L’altra: Auteri, alla seconda sconfitta consecutiva (quarta in campionato) ha una posizione per niente salda (indiscrezioni su Grassadonia o Padalino al suo posto). La terza conseguenza è stata ascoltata nei minuti finali del match perso 2-0 con il Potenza: i tifosi hanno contestato senza risparmiare nessuno, dal massimo dirigente ai giocatori. Il coro cantato alla fine dalla curva Capraro, «Voi non siete il Catanzaro», e i fischi dagli altri settori, sono l’indice che qualcosa si è spezzato nell’ambiente. E la trasferta a Bari, mercoledì sera, sarà decisiva su più fronti.

Il Potenza ha sbancato il Ceravolo senza rubare nulla: il Catanzaro si è fatto imbrigliare tatticamente, ha subito gli affondi avversari sulla sinistra (male Favalli e Quaranta), non ha avuto lucidità in mezzo e nemmeno dietro (Riggio ha regalato la palla dell’1-0 a Ferri Marini). In generale sono mancati il gioco e le individualità più esperte, da Nicastro che ha sbagliato a tu per tu con Ioime, a Kanoute che ha girato a vuoto, fino a Statella. Celiento (che ha colpito una traversa), Di Gennaro e, in parte, Maita, gli unici a testa alta. I giallorossi hanno interrotto due strisce positive: non perdevano in casa dal 10 marzo (2-1 del Catania) e segnavano da 21 gare ufficiali consecutive (l’ultimo 0 per reti all’attivo era del 16 ottobre scorso, contro la Juve Stabia). Bocche cucite, ma pensieri che vanno a mille: il club si sta già interrogando sul destino del tecnico, che può salvarsi con risultato e 90’ convincenti a Bari. Altrimenti Grassadonia e Padalino non saranno solo più semplici ipotesi...", si legge.