Gaz.Sport: "Bari, è festa per 16mila, Vivarini vince ancora. Ternana, ciao primato"

14.10.2019 10:48 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Gaz.Sport: "Bari, è festa per 16mila, Vivarini vince ancora. Ternana, ciao primato"

"Bari, è festa per 16mila, Vivarini vince ancora. Ternana, ciao primato", scrive Gazzetta dello Sport nelle pagine nazionali.

"Vola il Bari di Vivarini, alla terza vittoria consecutiva. Rischia poco e fa gol, anche senza ricorrere ai suoi tiratori scelti. In un colpo solo, invece, la Ternana perde il primato in classifica e l’imbattibilità esterna (durava dal 23 febbraio scorso: Sambenedettese – Ternana 2-0). Ma ha ben poco da recriminare. Il verdetto del campo non fa una grinza. Vivarini vince alla distanza, a Gallo non resta che recriminare per le pesanti assenze a centrocampo.

Nel Bari l’unica novità è il rientro di Frattali (dopo 3 turni) fra i pali. Vivarini preferisce ripartire con lo stesso Bari che ha steso la Cavese. Gallo deve rinunciare a Proietti e Palumbo in mezzo al campo e, sul finire del primo tempo, perde anche Defendi (uno dei tanti ex dell’incontro) per noie agli adduttori. Rimedia con Salzano e Paghera, ma cambia modulo rispetto a domenica scorsa. Passa al 4-3-3 e rilancia Furlan sulla fascia destra, nel tentativo di arginare le folate di Costa. All’atto pratico il Bari potrebbe sfruttare con Scavone gli spazi a disposizione. Ma l’ex Parma non riesce nell’intento. Ne vien fuori un primo tempo equilibrato: le due squadre se la giocano, anche con le cattive, ma non si offendono più di tanto. Rare le emozioni. Al 19’ Antenucci perde l’attimo su assist di Costa. Poi è ancora il Bari a rendersi insidioso: sul diagonale di Hamlili, Simeri non trova la zampata di un niente. Alla mezz’ora palla gol per la Ternana: Mammarella imbecca dalla sinistra Ferrante che, dal dischetto, calcia tra le braccia di Frattali. Brividi per gli umbri al 45’: Salzano anticipa Parodi e sfiora l’autogol.

Dopo l’intervallo c’è soltanto il Bari. Si rivelano infruttuosi gli ingressi di Marilungo, Torromino e Vantaggiato. Dopo un gol giustamente annullato ad Antenucci (cresce la sua intesa con Simeri), è Hamlili a sbloccare il match raccogliendo un cross del solito Costa. Ne fa pochi di gol l’italo marocchino, ma quando li fa sono proprio belli: un gran destro all’incrocio. Al 24’ Perrotta centra il bis, ma l’arbitro annulla per un fallo di Simeri. E allora ci pensa Sabbione, difensore goleador (già al 3° centro stagionale), a chiudere i conti con una precisa inzuccata su angolo di Costa. E la Ternana? Si rende pericolosa solo con… Scavone che costringe agli straordinari il suo portiere, Frattali", si legge.