Calcio Catania, il drammatico appello della Sigi: "Raccolta fondi per l'iscrizione". Tacopina attacca

18.06.2021 11:55 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Calcio Catania, il drammatico appello della Sigi: "Raccolta fondi per l'iscrizione". Tacopina attacca
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano

Drammatico appello da parte della Sigi, che detiene la maggioranza del Calcio Catania. I responsabili hanno invitato i tifosi e tutta la città a devolvere un contributo per aiutare il club ad iscriversi al prossimo campionato di serie C

"Sono ancora in corso alcune interlocuzioni con investitori stranieri per rilanciare la nostra squadra del cuore ma soltanto Catania, in questa fase, può sostenere il Calcio Catania.  Amore, passione, dedizione e profondi sentimenti rossazzurri appartengono anzitutto ai catanesi.  La storia del club deve continuare. Oggi più che mai, dipenderà da tutti noi, nessuno escluso. Pertanto invitiamo tutte le persone che nutrono un sincero affetto per il Calcio Catania ad effettuare un versamento, libero nella misura, destinato a garantire alla società la forza necessaria in tempi brevissimi".

Si parla della necessità di raccogliere una somma pari a 2,5 milioni di euro.

L'ATTACCO DI TACOPINA - Joe Tacopina, il finanziere statunitense che ha provato a definire l'acquisto del club, non risparmia bordate contro l'operazione promossa da Sigi:

"La richiesta fatta oggi da SIGI, tramite post pubblicato sui social media, chiedendo sostegno economico ai tifosi del Catania è tanto scioccante quanto rivelatrice. In questo post viene richiesto di versare del denaro in un conto corrente bancario sconosciuto, senza alcuna documentazione esplicativa di cosa si ottenga facendo tale versamento. Tutto ciò è ridicolo ed incredibile, ma è esattamente il livello di poca professionalità con cui ho avuto a che fare da gennaio nel relazionarmi con SIGI. Inoltre, questa richiesta postata sui social media è piuttosto allarmante, in quanto solo ora SIGI ha rivelato di non avere il denaro necessario per sostenere il progetto Calcio Catania. A questo punto mi pongo una domanda, qual era il progetto di SIGI quando hanno acquistato il Catania e perché si sono assunti l’enorme responsabilità di gestire il club senza avere i fondi necessari?

I soci SIGI invece di chiedere del denaro a persone che lavorano duramente, dovrebbero fare ciò a cui sono eticamente e legalmente obbligati, ovvero versare i soldi loro stessi. Se amano il club come dicono, questo è ciò che dovrebbero fare. L’unico ad aver versato una sostanziale somma di denaro è stato Gaetano Nicolosi, anzi, Gaetano Nicolosi ed io. La notizia di oggi mi rende triste ma anche arrabbiato. Triste per la città di Catania e per i grandi tifosi della sua meravigliosa squadra; triste per i dipendenti del Calcio Catania che hanno dedicato la loro vita alla società; ma anche molto triste perché mi chiedo se purtroppo l’inevitabile sia vicino.

(...) . Sono arrivato a mettere $ 800.000 senza essere proprietario solo perché volevo fare in modo che la squadra non fallisse. Ho letteralmente donato soldi al Calcio Catania, non ho ricevuto nemmeno un grazie da parte di SIGI ma invece sono stato attaccato da delle persone che non hanno avuto il coraggio di prendersi le responsabilità dei loro errori. Questi comportamenti non hanno fatto altro che allontanare me ed i miei soci".