Anche in serie C un caso di razzismo: "Ancora insultato per il colore della mia pelle, che schifo"

11.11.2019 14:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Anche in serie C un caso di razzismo: "Ancora insultato per il colore della mia pelle, che schifo"

Nelle ultime ore sta facendo il giro del web lo sfogo dell'attaccante della Cavese, Massimo N'Cede Goh, che tramite i social ha reagito contro alcuni insulti di stampo razzista che gli sono piovuti addosso nella gara di ieri contro il Catanzaro.

Il calciatore ha scritto su Instagram: "Seconda domenica di fila che vengo insultato per il colore della mia pelle. La prima volta non ho detto niente, e ho sbagliato, ma ora ne ho abbastanza di questo schifo... ma ci rendiamo conto?. Parliamo di calcio, ci stanno gli sfottò e ci sono mille modi per insultare una persona. Non mi interessa se era uno, dieci o cinquanta. In tanti mi hanno detto di 'lasciare stare' ma io non lascio stare. Per me chi sbaglia paga, queste persone non devono entrare negli stadi e vanno squalificate per un po' di anni. Il razzismo va oltre il calcio, è un tasto che non si deve toccare. Sono nero e sono fiero, come sono italiano e sono fiero".

Goh è intalianissimo, nonostante le chiare origini ivoriane. E' cresciuto nel vivaio della Juventus e ha anche indossato più volte la maglia di alcune rappresentative azzurre.