Tifosi negli stadi, è una giornata decisiva: tutti i dettagli

24.09.2020 11:55 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
Tifosi negli stadi, è una giornata decisiva: tutti i dettagli
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Bursi

Attese novità in giornata sul ritorno di un numero consistente di tifosi negli stadi di calcio.

Si legge su Gazzetta dello Sport: "...La scadenza del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri per lo sport potrebbe essere anticipata addirittura al 4 ottobre e gli stadi potrebbero ospitare fino al 25% della capienza, come auspicato da Figc e Lega. Ma con un limite in più: in ogni settore non potranno esserci più di 1.000 spettatori, tetto che potrebbe portare il pubblico sotto la soglia percentuale in diversi impianti di A. La strada sembra tracciata e oggi è un giorno fondamentale". 

Ricostruisce la Gazzetta dello Sport: "L’incontro che sembra aver dato la spinta per allargare il bacino dei tifosi c’è stato due giorni fa: Spadafora, il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini (governatore dell’Emilia Romagna), rappresentanze del calcio e di altri sport hanno condiviso la necessità di arrivare a un protocollo comune per riaprire un altro po’ l’Italia sportiva. Prevedendo una serie di regole «blindate» che il Cts esaminerà domani e salvo sorprese approverà per aprire tutti gli impianti, compresi quelli delle società dilettantistiche, sia all’aperto sia al chiuso. I due tetti del 25% e dei 1.000 spettatori per settore riguardano le manifestazioni all’aperto, nei palazzetti invece si scende a 200 spettatori. Restando alla Serie A non è ancora chiaro davvero quanti tifosi potranno entrare negli stadi e se funzioneranno i canonici settori. Prendendo a esempio San Siro, il 25% del totale degli spettatori sembrerebbe difficilmente raggiungibile: la capienza è di 75.871 spettatori, i macro-settori sono 11 (divisi tra i tre anelli), quindi in linea teorica Inter e Milan potrebbero riaprire per 11 mila persone, mentre il 25% corrisponde a circa 19mila. L’Olimpico di Roma ha la Curva Nord e Sud, la Tribuna Tevere e Monte Mario, più i Distinti dentro le curve: l’ok arriverebbe per 6 mila spettatori, anche se le categorie dei biglietti solitamente vendute sono di più e lo stadio potrebbe essere diviso in molti più «blocchi funzionali» (come dice il protocollo) con entrate e uscite indipendenti. Per ora le società restano in attesa: forse già oggi si potrebbe avere qualche precisazione in più. Sull’apertura dei settori, inoltre, va considerato che si cercherà di non sovraccaricare gli ingressi, che potrebbero essere scaglionati di un quarto d’ora".