SERIE B, "Ritmo, volo e fantasia: Crotone in volo verso la serie A"

11.07.2020 11:50 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
SERIE B, "Ritmo, volo e fantasia: Crotone in volo verso la serie A"

"Ritmo, volo e fantasia: Crotone in volo verso la serie A", si legge su Gazzetta dello Sport in merito al colpo dei pitagorici a Cittadella

"Il primo test per la Serie A è stato superato con una brillantezza sconvolgente. Il Crotone è lanciato verso la gloria, il Cittadella che puntava all’aggancio-sorpasso è stato annientato. E lunedì c’è il secondo test in fotocopia, stavolta contro il Pordenone in casa, nuovo rivale per la promozione diretta. Ma la squadra di Stroppa in questo momento è devastante. Dopo il 3-0 al Benevento, un altro 3-1 condito da una prestazione impeccabile per organizzazione, limitazione del gioco avversario ed efficacia delle punte. Che per la verità - vedi Messias - ringraziano i difensori di casa per i regali. E che - vedi Simy - hanno una qualità da serie superiore.

I regali prima di tutto. Perché sono stati fatali. Il primo l’ha fatto Iori dopo 11’: Paleari gli ha dato una palla difficile al limite dell’area, ma l’esperto regista se l’è fatta togliere dal furbo Messias, che ha portato in vantaggio il Crotone. Il secondo in avvio di ripresa, quando il Cittadella s’era ripresentato in campo motivato per cercare di recuperare terreno: stavolta è stato Adorni a farsi levare palla sulla trequarti e Messias, giunto davanti al portiere, l’ha impallinato. In mezzo c’era stata la prodezza di Simy, che non è soltanto un gigante forte di testa: oltre ad essere un punto di riferimento della squadra, con palle controllate e smistate ai compagni, al 37’ il nigeriano ha preso palla sulla trequarti, ha saltato Frare, ha resistito al ritorno di Adorni, ha aggirato Paleari e ha appoggiato in rete. Grande classe. E la settima sconfitta interna del Cittadella (la seconda contro il Crotone in 10 gare) è stata servita: non se la meritava quel gruppetto di tifosi che s’è radunato fuori dallo stadio per incitare la squadra.

Stroppa nei cinque precedenti non aveva mai battuto Venturato (vincitore in 3 occasioni) e la prima volta è stata un successone. Sull’1-0 Paleari ha evitato l’immediato raddoppio deviando su Molina (partito comunque in fuorigioco), sul 3-0 Messias da fuori area ha colpito una traversa e poco dopo Zanellato, arrivato tutto solo davanti a Paleari, ha calciato a lato e anche Simy ha sprecato un’occasione dopo ennesimo errore della difesa di casa.

Un dominio assoluto contro un Cittadella che non è mai riuscito a prendere il suo ritmo, con il quale di solito riesce a stritolare i giocatori avversari. Venturato con i cambi ha ravvivato la squadra e Panico ha salvato l’onore ribadendo in rete un tiro di Branca respinto dall’ex Cordaz. Ma è stato solamente un lampo (seguito da un pur generoso finale), perché il Crotone non si è disunito e ha impedito al Cittadella di rientrare in partita (malgrado altri due buoni tentativi dello stesso Panico), costringendolo alla seconda sconfitta di fila dopo l’ottimo tris di successi che l’aveva riavvicinato alla A. Un’opportunità che il Crotone ha a portata di mano. Contro il 4-3-1-2 Stroppa ha capito come si vince: resisterà lunedì quello di Tesser?", si legge.

Migliori in campo Messias e Simy, autori dei gol dei calabresi.