SERIE B, il regolamento sulle liste: la situazione in casa Reggina

12.07.2020 15:55 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
SERIE B, il regolamento sulle liste: la situazione in casa Reggina

La Reggina può finalmente pensare alla nuova stagione, quella che la vedrà impegnata in serie B

Può proseguire la programmazione in casa amaranto e per quanto riguarda le scelte da compiere sul mercato, bisogna tenere conto delle regole della serie B.

In particolare, gli allenatori non potranno scegliere oltre i 18 elementi classificabili come "Over" (nati entro il 31 dicembre 1996), mentre gli Under (nati dall'1 gennaio 1997 in poi) possono essere utilizzati senza limiti.

Esiste poi una lista C, che consente il tesseramento di altri due calciatori Over, a patto che siano stati sotto contratto con il club per quattro stagioni consecutive, anche nel settore giovanile.

Ecco il riepilogo:

La “Lista A” è fissa: al suo interno possono infatti trovare spazio diciotto elementi Over 23. Limite invalicabile e che necessita di conseguenza di scelte precise e pensate durante il mercato, con le caselle che vanno incastrate attentamente.

Attualmente la Reggina ha ben 26 calciatori con lo status Over, compreso Menez (come anche Baclet e Zibert): deve ridurli a 18 e se vuole prenderli altri, deve cederne. Almeno 8 vanno ceduti e altri devono liberare gli slots.

La “Lista B” è invece quella dedicata agli Under 23: all’interno dunque possono essere inseriti i giocatori nati dopo il primo gennaio del 1996. La caratteristica principale è che non ha limitazioni di numero,è illimitata.         

La Reggina, ad oggi, escludendo i calciatori in prestito, ha solo due calciatori con lo status Under, il portiere Farroni e Hachim Mastour. Under anche Rivas e Bresciani, però di proprietà di altri club                                                                                                              

La "Lista C"  è quella legata ai giocatori bandiera: al suo interno possono essere inseriti due calciatori tesserati per quattro stagioni consecutive, non necessariamente con un contratto professionistico, valgono dunque anche gli anni nel settore giovanile. 

Esempio, potrebbero essere "calciatori bandiera" i vari Barillà, Missiroli o lo stesso Nicolas Viola.