Reggina, una salvezza da celebrare. Ora subito la programmazione

04.05.2021 17:50 di Giovanni Cimino Twitter:    Vedi letture
Reggina, una salvezza da celebrare. Ora subito la programmazione
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giuseppe Scialla

Il traguardo della matematica era stato di fatto raggiunto con il pareggio di Cremona, ma adesso non c'è più bisogno di prendere le calcolatrici e fare ipotesi algebriche e palesare il proprio disagio cognitivo per sentirsi importanti tramite un profilo social: la Reggina ha portato a casa la salvezza nella categoria.

Un obiettivo per nulla scontato lo scorso dicembre, con una società a pezzi e un rapporto consumato tra tanti attori principali. Ha vinto anche chi ha sempre operato con imparzialità, senza nascondere gli errori delle varie parti o dovendo per forza di cose compiacere il padrone. Ci siamo presi tanti insulti da qualche piccolissimo quaquaraquà, ma ciò che conta davvero è che la Reggina abbia conquistato il traguardo: certo, fuori dal campo le cose non sono tutte e rose e fiori e le storture sono parecchie, ma si è sempre in tempo per migliorare.

Quando si raggiunge un obiettivo non è solo merito di una sola componente, ma è chiaro che un pò tutti ci hanno messo del loro per sistemare una sitauzione che sembrava avviarsi verso una sofferenza indicibile. Sbagliato elogiare solo una persona, il famoso adagio "si vince tutti insieme" è quanto mai calzante.

Se saranno o meno playoff, in ogni caso abbiamo sempre sottolineato che il raggiungemento della salvezza va adeguatamente celebrato e il modo migliore è porre le basi per alzare l'asticella nella prossima annata, cercando di compiere scelte decise e funzionali: la continuità, dall'allenatore, alla direzione sportiva e infine alla filosofia di serietà che la Reggina ha sposato sotto l'ambito del lavoro tecnico, è forse la soluzione migliore e maggiormente auspicabile.