Reggina, tanti auguri SuperPippo: Leggenda da calciatore, ora cerca la gloria in amaranto

09.08.2022 10:15 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
Reggina, tanti auguri SuperPippo: Leggenda da calciatore, ora cerca la gloria in amaranto
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews

Filippo Inzaghi da Piacenza, oggi 49 anni, per sempre però uno dei migliori attaccanti espressi dal calcio italiano. Dal 12 luglio 2022 è il nuovo allenatore della Reggina.

La carriera da calciatore parla per lui: campione del mondo e vicecampione d'Europa con la nazionale italiana rispettivamente nel 2006 e nel 2000, con il Milan ha vinto la Champions League nel 2003 e nel 2007, il mondiale per club nel 2007, lo scudetto nel 2003-2004 e nel 2010-2011, oltre a quello  con la Juventus nel 1997-1998.

Nella classifica dei gol segnati nelle competizioni UEFA per club è sesto a quota 70 reti alle spalle di Cristiano Ronaldo (137), Lionel Messi (121), Robert Lewandowski (81), Raúl (77) e Karim Benzema (73), è il miglior marcatore italiano in Champions League con 50 gol realizzati.

Chiusa la sua carriera agonistica nel maggio 2012 e dopo il ritiro, accetta l'incarico di allenatore degli Allievi Nazionali del Milan. Il 7 giugno 2013 diviene allenatore della formazione Primavera, che condurrà a vincere il Torneo di Viareggio nel febbraio 2014.

Il 9 giugno 2014 viene promosso a tecnico della prima squadra, ma la stagione si chiude con un deludente decimo posto e il successivo esonero.

Il 7 giugno 2016 viene scelto come nuovo allenatore del Venezia, club neopromosso in Lega Pro. Il 15 aprile 2017, il Venezia vince il campionato e viene promosso in Serie B con tre giornate di anticipo, grazie al pareggio interno col Fano. Il 26 aprile seguente, Inzaghi ottiene anche il trofeo della Coppa Italia Lega Pro ai danni del Matera, vincendo la doppia finale con il punteggio complessivo di 3-2.

Nel campionato di Serie B 2017-2018 raggiunge i play-off con tre giornate di anticipo, posizionandosi in quinta posizione nella classifica generale; la squadra lagunare si ferma in semifinale, eliminata dal Palermo dopo aver pareggiato per 1-1 in casa e perso per 1-0 in trasferta.

Arriva così la chiamata della serie A, esattamente da parte del Bologna, che però guida per 24 giornate, venendo esonerato il 28 gennaio 2019.

Il 22 giugno 2019 viene nominato nuovo tecnico del Benevento, in Serie B. Dopo una stagione condotta saldamente al primo posto della classifica, battendo numerosi record per la categoria (promozione con maggiore anticipo sulla fine del campionato, numero di punti nella B a 20 squadre, miglior attacco e difesa) la squadra campana ottiene, con sette turni di anticipo (record per la categoria), il 29 giugno 2020, l'aritmetica promozione in Serie A da capolista (la seconda della sua storia). Termina il campionato con sole 4 sconfitte in 38 partite e un distacco di 18 punti sul Crotone, secondo.

Nella stagione successiva torna in A, ma dopo un ottimo girone d'andata, in quello di ritorno spreca tutto e subisce la retrocessione in B con il suo Benevento.

Il 9 giugno 2021 viene nominato nuovo tecnico del Brescia, in Serie B. A lungo in lizza per il primo posto della classifica nel campionato cadetto, la squadra ottiene 3 punti in 4 partite prima della sosta per le nazionali di metà marzo, scivolando al quinto posto. Il bilancio delle ultime settimane, unito al deterioramento dei rapporti con il presidente Massimo Cellino (andato vicino a esonerarlo già a febbraio), causano l'esonero del tecnico piacentino, ufficializzato il 23 marzo 2022. Il Brescia, in quel momento, era al quinto posto a cinque punti dalla vetta.

SuperPippo ora ha un compito ambizioso ma affascinante: entrare anche nella storia della Reggina.