Reggina: quei soliti difetti. Basterà solo il mercato per eliminarli?

24.01.2021 10:10 di Antonio Marino   Vedi letture
Reggina: quei soliti difetti. Basterà solo il mercato per eliminarli?
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto dopo la gara di Frosinone? Gira e rigira è la solita Reggina, piacevole nel primo tempo, irritante nella ripresa, il copione è il solito, stantio, smunto, già consumato.

I difetti sono i soliti. Una squadra che martella l'avversaria per almeno 45', realizza la rete del vantaggio, lascia la gara in bilico e puntualmente nella ripresa viene ripresa. E' stato così a Vicenza, ad Ascoli e anche allo Stirpe, la gestione Baroni continua a caratterizzarsi per questa puntualità disarmante nello sprecare situazioni di vantaggio. Il tecnico non deve far entrare la sua squadra in questa spirale del "già visto", ma piuttosto spezzare la trama di un film visto e rivisto.

Evidente il fatto che il tecnico non disponga di una rosa all'altezza del tipo di calcio proposto, che richiede tanta corsa e tante energie, ma non per forza bisogna trincerarsi dietro le (gravi) mancanze altrui. Quando si dominano le gare, almeno una frazione di gioco, bisogna cercare di portare a casa il risultato. Passi una, passi due volte, ma episodi che si ripetono, uguali a se stessi, fanno riflettere parecchio.

E' indubbio che serve uno sforzo del club sul mercato, senza esagerare troppo, ma cercando di mantenere una razionalità (calcistica s'intende) che questa società, anche nei momenti belli, raramente ha mostrato di possedere.

In ogni caso, non c'è molto tempo per riflettere, ma cambiare registro, anzi copione, nel girone di ritorno, rappresenterebbe l'acquisto più importante per una Reggina costretta a lottare sino all'ultimo secondo per tenersi stretta la serie B