Reggina, il pensiero di Mangiarano: "Ricapitalizzazione e tempo: due scogli da superare"

10.05.2022 15:30 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
Reggina, il pensiero di Mangiarano: "Ricapitalizzazione e tempo: due scogli da superare"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com

L'ex dg della Reggina 1914 srl, Mangiarano, intervenuto sui canali di Rti Calabria ha parlato della delicata situazione del club amaranto:

"L’amministratore unico cercherà di gestire la situazione emergenziale iscrivendo la squadra al campionato con un problema: la ricapitalizzazione, cioè la copertura dell’indicatore di liquidità che di fatto è il vero scoglio che ha la Reggina. Il secondo punto  potrebbe essere ancora più drammatico che è quello di prendere atto che la situazione tra entrate ed uscite e per assurdo portare i libri in tribunali: queste sono le uniche due possibili soluzioni", sottolinea Mangiarano.

Sottolinea il dirigente calabrese: "La Reggina è un asset del gruppo Gallo che ha un valore e non può essere depauperato. Se ci sono dei soggetti interessati ad acquisire la Reggina, appena sarà nominato l’amministratore unico sarà l’unico soggetto che potrà gestire la trattativa. La Reggina è libera di poter operare come meglio crede, non è sotto sequestro.  Quello che gioca a sfavore è il tempo: di qua al 22 giugno mancano solo trenta giorni lavorativi, questa è l’unica cosa che gioca contro la Reggina".

Ci sono dei fattori che giocano a favore di eventuali interessi per il club: "Da qua a dire che la Reggina è non è acquistabile è un parolone. Reggio ha storia, tradizione e tifoseria. Reggio  è una città che ha un grande potenziale di pubblico, che ha uno stadio importante, che ha un centro sportivo che è in uso della Reggina. Ha un settore giovanile che ha due squadre andate nei play off".