Reggina, i punti fermi della questione amaranto: 31 maggio, bilancio, deleghe e possibili soggetti interessati

18.05.2022 12:00 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    vedi letture
Reggina, i punti fermi della questione amaranto: 31 maggio, bilancio, deleghe e possibili soggetti interessati
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

La Reggina attira, come tanti altri argomenti con i quali fare facili click, voci e indiscrezioni che anche il più umile tifoso riuscirebbe a smentire. Nella nebbia informativa ci sono pochi dettagli che contano e che possono fare la differenza, cerchiamo di sintetizzarli.

La Reggina 1914 srl non è sottoposta a provvedimenti di sequestro in seguito all'inchiesta Gdf sulle aziende di Gallo. Il club può dunque attualmente operare grazie alla delega ricevuta dal gm De Lillo (confermata, pare, dall'amministratrice Perna): esempio tangibile, la scadenza del 16 maggio, come detto, è stata validata anche dallo stesso De Lillo. Non sono in programma le dimissioni di Gallo, ad oggi più che altro un atto simbolico piuttosto che acceleratore di sviluppi positivi.

Il successivo passaggio più importante è quello del 31 maggio, dove bisognerà presentare la situazione patrimoniale intermedia al 31 marzo 2022, più volgarmente detto bilancio. Con i numeri del bilancio, ogni soggetto interessato potrà fare le valutazioni in merito all'acquisto del club e potrà avere contezza dei debiti altrui che dovrà andare ad onorare. Sperando che non vi siamo particolari sorprese sgradite.

Reggina, il 31 maggio altra data clou: le scadenze da onorare, il dettaglio

Si attende la nomina dell'amministratore unico del club, come detto in tempi non sospetti (10 maggio) dalla stessa avvocatessa Perna, peraltro nel corso di un'intervista a TuttoReggina.com (Reggina, avv.Perna: "Situazione delicata, il primo passo la nomina del nuovo amministratore del club", CLICCA PER RILEGGERE). L'amministratore servirà a "traghettare" la Reggina verso la cessione (onerosa) del club, che dovrebbe però avvenire prima del 22 giugno, data ultima per presentare la documentazione relativa all'iscrizione al prossimo campionato di serie B.

Altro capitolo quello riservato ai soggetti interessati. Chi regge attualmente le sorti del club ha ricevuto abboccamenti in merito, ma tra il dire e il fare c'è...il bilancio e ci sono le inevitabili riflessioni che vanno concesse a chi deve investire i propri fondi. Non facciamo discorsi troppo semplicistici con le tasche altrui e non facciamo voli pindarici. In ogni caso ci vogliono nell'immediato più o meno 3 milioni di euro per garantire la B.

Procediamo con questi punti fermi e staremo a vedere gli sviluppi del caso: nessun ottimismo e nessun pessimismo, solo realismo.