REGGINA, I PRECEDENTI...A TAVOLINO: il caso Parma e il "regalo" del Matera

19.11.2019 14:15 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
REGGINA, I PRECEDENTI...A TAVOLINO: il caso Parma e il "regalo" del Matera

Salvo eventuali ricorsi del Rieti (possibili per le NOIF, in particolare per "cause di forza maggiore"), la Reggina oggi avrà i tre punti a tavolino della sfida che sarebbe dovuta andare in scena allo Scopigno.

Nella storia recente del club amaranto,, non è una prima volta, anche se si tratta di accadimenti epocali.

L'ultimo 3-0 a tavolino a favore è quello dello scorso maggio, quando il Matera, da tempo ritiratosi dal campionato, non si presentò neanche a Reggio Calabria, consegnando il successo a tavolino alla Reggina.

L'altro caso più o meno recente fu ben più articolato e clamoroso. Il 21 gennaio 1990, la Reggina di Bruno Bolchi, impegnata a Parma, cadde al cospetto dei ducali, ma al 42' il calciatore amaranto Armando Cascione, fu colpito da un oggetto contundente lanciato dagli spalti della Tardini e fu costretto ad abbandonare il terreno di gioco per essere trasportato in Ospedale per le cure del caso. La società calabrese fece ricorso, aprendo un lungo procedimento dinnanzi la giustizia sportiva.

Il Giudice Sportivo condannò il Parma al ko a tavolino per 0-2 e quindici milioni di lire di multa e alla diffida del terreno di gioco. La Commissione Disciplinare ribaltò il verdetto, ripristinando il risultato del campo, mentre successivamente la Caf, addirittura tre mesi dopo la gara, il 21 aprile, ribaltò ancora una volta la sentenza e assegnò lo 0-2 a tavolino alla Reggina.

Per quanto riguarda i risultati a tavolino a sfavore, famoso il caso di Reggina-Brescia del 26 novembre 2000. La gara fu sospesa al minuto 80 per le intemperanze dei tifosi amaranto, ma il Giudice Sportivo in quel caso omologò il risultato del campo, con la vittoria per 0-3 delle Rondinelle di Roberto Baggio.