REGGINA, COSA VA: Corazza, la difesa e la spinta di un tifo esaltante

17.10.2019 17:02 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
REGGINA, COSA VA: Corazza, la difesa e la spinta di un tifo esaltante

La Reggina ha archiviato il successo nel derby sul Catanzaro, per fortuna solo in minima parte macchiate dalle intemperanze dei dirigenti, e può pensare in tranquillità alla difficile sfida di Monopoli.

I punti forti della squadra amaranto dopo nove giornate:

CORAZZA:

Segna sempre lui. Spaventosa media gol del centravanti della Reggina, capocannoniere del girone C della serie C. In zona gol vero e proprio trascinatore della squadra di Toscano, colui che lo ha rivoluto fortemente. Che la fortuna lo assista, può essere davvero una stagione magica, i prodromi ci sono tutti.

LA DIFESA:

Contro il Catanzaro Guarna ha dovuto impegnarsi un pò di più rispetto alle altre gare casalinghe. Ma nelle prime nove giornate, i tiri in porta subiti dalla Reggina, quelli realmente pericolosi, si possono probabilmente contare sulle dita di una mano. Un dettaglio mica di poco conto per la seconda difesa meno battuta del girone C, che evidentemente ci ha messo del suo per blindare la porta amaranto.

L'ENTUSIASMO DELLA GENTE:

Da molti anni (quelli post-serie A, sia ben chiaro), non si viveva un coinvolgimento popolare così. La gente affolla il Granillo e difende la sua squadra a spada tratta. Questa fase è storica perché una partecipazione così massiccia è difficile ricordarla, almeno negli ultimi 20 anni (escluse ovviamente le nove stahioni di serie A). E un muro amaranto così caloroso, è un fattore che può permettere alla squadra di portare anche punti preziosi a casa.