REGGINA, BOTTA e RISPOSTA CON IL SINDACO, storia dei rapporti tra Amministrazione e Luca Gallo: dai messaggi di pace del 7 settembre alla bufera di ieri

20.11.2019 14:25 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
REGGINA, BOTTA e RISPOSTA CON IL SINDACO, storia dei rapporti tra Amministrazione e Luca Gallo: dai messaggi di pace del 7 settembre alla bufera di ieri

Una "bomba" il comunicato stampa della Reggina 1914 di ieri contro il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà. Macigni, lanciati peraltro in un momento praticamente idilliaco nell'ambiente, con la squadra prima in classifica e anche con recenti dichiarazioni di alcuni dirigenti amaranto di segno decisamente conciliante nei rapporti con l'Amministrazione Comunale. Macigni che danno anche adito a molte dietrologie o ricostruzioni.

L'impatto tra Luca Gallo e le Istituzioni reggine, inizialmente, non è stato dei migliori, almeno lo si evince dal comunicato di ieri dove si legge, testualmente "...ma in tale occasione (dopo l'accordo preliminare di cessione della maggioranza dalla famiglia Praticò e l'imprenditore romano datato 21 dicembre 2018, ndr) lo stesso Sindaco non volle intrattenere alcun tipo di rapporto con il presidente Gallo".

La continuazione ha visto però, pur con tutte le problematiche amministrative e sociali di una città come Reggio che restano oggettivamente molto complesse, un avvicinamento sempre più improntato alla collaborazione.

La questione dei seggiolini da sostituire in Tribuna Est, come indicato dalla Lega Pro per tutti gli impianti di gioco della terza serie, ha successivamente creato qualche frizione, al punto che il patron Luca Gallo, nella conferenza di presentazione del tecnico Toscano (25 giugno), disse testualmente in merito:

"Serve solo risolverla, tocca al Comune farlo, ma vorrei improntate questa stagione tutti insieme, tutte le componenti devono remare nella stessa direzione per ottenere un risultato importante. Ma non intendo creare frizioni, a me piace Reggio, la Reggina e me la prendo con tutte le problematiche".

Questione dei seggiolini poi risolta senza grosse problematiche, con l'installazione e il successivo via libera dalla Commissione di Vigilanza. Al punto che lo scorso 7 settembre, lo stesso patron Luca Gallo si affrettava con un comunicato stampa a ringraziare l'Amministrazione Comunale:

"Il presidente Luca Gallo, si unisce al direttore generale Andrea Gianni che in queste settimane ha seguito i lavori in Tribuna Est e ringrazia il Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà, l’assessore Giovanni Muraca, il consigliere con delega allo sport Giovanni Latella e l’amministrazione tutta, per la disponibilità dimostrata in merito la posa dei seggiolini in Tribuna Est cosi come previsto dai criteri infrastrutturali serie C 2019/20.

“Grazie alla fattiva collaborazione tra Reggina e Comune tante problematiche inerenti lo stadio “Oreste Granillo” potranno essere risolte”.

Settanta giorni dopo la bufera, mentre, sempre a detta dei dirigenti amaranto, si sta lavorando con l'Amministrazione Comunale per la riapertura della Cuirva Nord. Cosa è esattamente successo nel mezzo?? E' bastata una ricostruzione del passato, tutto sommato innocente e da classificare al capitolo dell'aneddotica, da parte del Sindaco Falcomatà, per distruggere l'appello lanciato dallo stesso Luca Gallo il 25 giugno di cui sopra? Oppure lo stesso patron non è rimasto persuaso dal pensiero del Sindaco sulla vicenda della maglia post-Catanzaro? Si vedrà, intanto un pò piace farci male da soli, lo è stato recentemente, lo è stato in passato e, si spera di no, lo sarà in futuro, a prescindere dal calcio.