Gaz.Sport: "La Reggina si arma, De Rose è carico Dobbiamo lottare"

21.09.2019 11:15 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Gaz.Sport: "La Reggina si arma, De Rose è carico Dobbiamo lottare"

"La Reggina si arma, De Rose è carico Dobbiamo lottare", scrive oggi Gazzetta dello Sport nelle pagine regionali.

"Con la rifinitura di stamattina al Granillo, la Reggina entrerà in clima derby in vista della terza sfida casalinga contro la Vibonese. Il tecnico Toscano deve valutare eventuali variazioni allo schieramento iniziale in considerazione del tour de force con 3 gare in 7 giorni tra le quali a seguire la sfida in trasferta mercoledì con la Ternana e 4 giorni dopo al Granillo sarà di scena il Catania.

Si attendono notizie sulle condizioni fisiche di Denis, che rischia di saltare anche la gara di domani. Lo staff tecnico deve poi valutare Rolando e Rossi, non al meglio nelle ultime settimane. Scalpitano Doumbia e De Francesco, reduci da problemi fisici e eventualmente pronti a far rifiatare qualche titolare

Uno degli intoccabili è Francesco De Rose. Scontati i 2 turni di squalifica, il centrocampista cosentino, al quale è stata affidata anche la fascia da capitano, si è preso la maglia da titolare e non la sta più lasciando, offrendo peraltro buone prestazioni. Per De Rose un doppio revival. Il mediano classe 1987 infatti aveva già timbrato 52 presenze con Reggina in serie B, mentre era stato già agli ordini di Mimmo Toscano, nell’esperienza a Cosenza dal 2007 al gennaio 2011.

Contro il Bari lunedì scorso, «Ciccio» ha collezionato la presenza numero 240 in serie C, lunga esperienza in terza serie. In estate Toscano lo ha messo in cima alla lista per il nuovo centrocampo, così ha lasciato il Trentino ed è tornato a respirare l’aria di casa, ha sottoscritto un contratto biennale e rimane uno dei pilastri sui quali costruire i successi. A De Rose manca solo il gol in maglia amaranto, visto che in carriera ha sempre tirato dal cilindro buoni numeri in zona realizzativa. E quest'anno può rifarlo a Reggio.

L’ultimo Reggina-Vibonese viene ricordato come la prima gara ufficiale sotto la gestione Luca Gallo, pur se il patron romano diventerà il maggiore azionista del club alcune settimane dopo il 2-0 contro i «cugini”. Era il pomeriggio del 21 dicembre scorso quando lo sciopero oramai deciso dai calciatori della Reggina rientrò a seguito di una clamorosa sorpresa. La società in mano al «Gruppo Praticò» veniva ceduta con un vero e proprio blitz ad un nuovo imprenditore, Luca Gallo, il quale pur senza il passaggio di consegne legalizzate si faceva carico di pagare gli stipendi di settembre e ottobre", si legge.