Gaz.Sport: "La Reggina si affida a Sounas: Titolare o meno conta solo vincere"

17.10.2019 09:56 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Gaz.Sport: "La Reggina si affida a Sounas: Titolare o meno conta solo vincere"

"La Reggina si affida a Sounas: Titolare o meno conta solo vincere", si legge su Gazzetta dello Sport.

"La Reggina è già proiettata alla gara di Monopoli, 5ª trasferta stagionale e confronto tra seconde, visto che la formazione allenata dall’ex centrocampista amaranto Giuseppe Scienza si trova appaiata a quota 19 in graduatoria a 1 punto dalla capolista Potenza. La formazione calabrese proverà a tornare a quel successo esterno che manca dal 28 aprile scorso, successo sul campo della Vibonese.

Oltre a Paolucci, in casa Reggina c’è l’ex Dimitrios Sounas, che conserva bei ricordi di Monopoli. In 3 stagioni in maglia biancoverde, il greco ha collezionato 84 presenze e 4 reti. «Sarà bello tornare a Monopoli - dice il centrocampista di Chalkidiki -, lì ho tanti amici e mi legano bei ricordi. Non sarà un match facile, contro un avversario che gioca bene e allenato da un ottimo tecnico. Dobbiamo stare 90’ concentrati e fare la nostra partita. Bisogna temere Donnarumma, elemento che continua a fare la differenza, ma ci sono tanti altri come Rota e Jefferson».

Una promessa ai suoi ex tifosi: «Se segno non esulto, ho molto rispetto per loro. Però, ora gioco nella Reggina e vogliamo fare il massimo per vincere. A Monopoli non sarà facile, ma dobbiamo andare a fare la nostra gara». Sounas è stato impiegato in più ruoli. «Preferisco, però, fare la mezz’ala e inserirmi sulla trequarti. Ho giocato anche davanti alla difesa». Il jolly di Toscano nel derby è subentrato in seguito al rosso a De Rose, dopo qualche gara in panchina. «Non è importante - risponde - chi inizia la gara, siamo in 23 con compagni che hanno disputato la A. Titolare o meno, sono sempre disponibile. Per un torneo ambizioso è fondamentale stare sempre sul pezzo».

«L’ho avuto per 2 anni - continua Sounas - e ho instaurato un bel rapporto, mi ha fatto crescere molto. È un ottimo allenatore, intelligente e bravo a preparare le partite»", sottolinea il quotidiano sportivo.