LE PAGELLE DELLA REGGINA - Liotti fa l'Inzaghi, Menez è illegale

03.10.2020 18:41 di Valerio Romito   Vedi letture
LE PAGELLE DELLA REGGINA - Liotti fa l'Inzaghi, Menez è illegale

PLIZZARI 6 – Prende il gol nell’unico tiro in porta subito, la conclusione è sì ravvicinata e potentissima ma si ha l’impressione che sul suo palo potesse fare meglio, nulla di grave e soprattutto ininfluente nel punteggio

LOIACONO 6,5 – Si occupa lui di chiudere tutte le (poche) sortite offensive abruzzesi con la solita grande mobilità, finisce con i crampi

GASPARETTO 6 – Non rischia mai nulla, consueta solidità e senso della posizione (DAL 46’ CIONEK 6 – Il punteggio a metà partita gli consente l’ingresso in campo ad inizio ripresa per mettere minuti nelle gambe, dimostra subito di avere importanti doti di rapidità ed aggressività)

ROSSI 5,5 – Grave ingenuità sul fallo da rigore, che poteva modificare il corso della gara, per uno della sua esperienza, e qualche altra disattenzione a caratterizzare non la sua migliore giornata

DEL PRATO 6,5 – Inserito all’ultimo momento per un risentimento occorso a Rolando, dimostra grande padronanza ed una maturità fuori dal comune per uno della sua età, pur con caratteristiche più difensive rispetto al compagno

BIANCHI 6,5 – Ottima gara da parte di uno dei “reduci” della passata stagione, presente ed incisivo in tutte le zone del campo, dimostra di valere ampiamente la categoria (DAL 56’ FATY 6 – Altro buon ingresso dopo Salerno, mette tanta legna in mezzo e cerca come può di far ripartire i compagni)

CRISETIG 6,5 – Si conferma un playmaker con i fiocchi, abile sia a costruire ma anche in fase di contenimento, si candida a divenire uno dei leader della rosa

LIOTTI 7,5 – Trova addirittura una doppietta per inaugurare il suo tabellino in sere B con un opportunismo sotto rete degno del miglior Inzaghi, oltre ad una prestazione generale di livello (DAL 56’ DI CHIARA 6 – Concede qualche centimetro di troppo a Maistro in area, ma forse il terreno non ancora ottimale del Granillo può rappresentare un sufficiente alibi)

BELLOMO 7 – Tocca un numero impressionante di palloni con grande efficacia e pochi fronzoli tanto da risultare, in questo momento, indispensabile per la manovra amaranto, la sua metamorfosi rappresenta a pieno la mentalità del suo tecnico

MENEZ 8 – C’è solo da stropicciarsi gli occhi dinanzi ad un talento simile, quasi senza strafare è decisivo nelle prime due realizzazioni (sul secondo centra una traversa da fermo che il portiere nemmeno vede) e timbra il secondo, straordinario centro in altrettante gare, così è semplicemente illegale (DALL’80’ MASTOUR S.V.)

DENIS 6,5 – Il controllo e la finta nell’azione del primo gol sono di altra categoria, ancora non trova il successo personale ma basta la presenza ad impensierire l’intera difesa ospite (DAL 68’ LAFFERTY 6 – Attaccante di grande generosità, sgomita e rincorre tutto e tutti fino alla fine, trovando anche un assist per la possibile doppietta di Menez)

TOSCANO 7 – L’inizio è timido e ci vuole un po' di fortuna sul penalty che evita un prosieguo di gara in salita, ma da lì in poi è tutto un deja vu della squadra schiacciasassi che giusto un anno fa dava l’impressione di giocare a piacimento con gli avversari, solo che questa è la serie B…