PENSIERI IN LIBERTA' - IL PRESIDENTE CONTE:" IL FISCO È INIQUO SERVE SUBITO UNA RIFORMA"

14.06.2020 12:00 di Il pensiero di Demis   Vedi letture
© foto di Samantha Zucchi/Insidefoto/Image
PENSIERI IN LIBERTA' - IL PRESIDENTE CONTE:" IL FISCO È INIQUO SERVE SUBITO UNA RIFORMA"

PENSIERI IN LIBERTA' - IL PRESIDENTE CONTE:" IL FISCO È INIQUO SERVE SUBITO UNA RIFORMA.

- Il Presidente Conte sembra "armato" di buona volontà: " E ORA RIDISEGNIAMO IL PAESE",le sue parole di qualche giorno fa in una conferenza stampa.

- Giorno 3 giugno è iniziata la FASE 3,con la libera circolazione fra le regioni italiane e con l'estero.
- Il Presidente dei Ministri dichiara:"le uniche misure efficaci contro il virus sono il distanziamento fisico e l'uso della mascherina".
- Nella nostra città,in base a quanto vediamo in giro giornalmente,forse solo il 50% degli abitanti utilizza la mascherina e/o rispetta il distanziamento fisico.
- A nostro modesto parere,se,come si racconta,il Virus non è  morto,la mascherina dovrebbe essere obbligatoria ed il distanziamento dovrebbe essere tassativo.
Se non rispettato,in questo caso,si dovrebbe "passare" alle multe;salvo che non si decida di "liberare" tutto.SIATE CHIARI!
- Mentre rimaniamo nel dubbio,il Ministro Boccia,con tono trionfante,dichiara:"ce l'abbiamo fatta con il sacrificio di tutti e senza dimenticare le vittime e gli operatori sanitari".
- Il Premier usa la prudenza:"dobbiamo fare i conti con l'emergenza economica e sociale".
- "Brutta bestia" questa emergenza che ci aspetta "al varco",probabilmente,tra settembre e ottobre.
- Continua Conte:"stiamo intervenendo per pagare velocemente bonus ed ammortizzatori sociali.Occorre una seria riforma fiscale,l'ultima è di 50 anni fa.Il nostro fisco è iniquo ed insufficiente e serve condurre una lotta al sommerso per restituire risorse a tutti i contribuenti".
- Per quanto riguarda i bonus,nelle varie trasmissioni televisive e sui giornali,che ci propinano notizie continuamente,ci risulta che diverse aziende,di piccolo e medio cabotaggio (da 1 a 3 milioni di giro d'affari)non hanno potuto presentare alcuna domanda di contributo (e se l'hanno presentata è stata bocciata)perché hanno un contenzioso con una banca o con il fisco o con altri enti.
- Ci domandiamo se,per caso,alla fine di questo,quasi sempre,lungo iter hanno ragione chi le ripaga del danno subito?PAGA SEMPRE PANTALONE?
- Aziende che per decenni sono state puntuali e precise con tutti i creditori e che,
negli ultimi tempi,sono rimaste indietro "grazie" alla grave crisi economica a cui il Coronavirus ha dato il "colpo di grazia".
- Questo tipo di aziende sono state abbandonate al loro destino con "destinazione fallimento" e per la Stato Italiano sono diventati dei fantasmi benché abbiano in carico 10/15 dipendenti,che non sanno più  come fare per pagarli.
- Relativamente agli ammortizzatori sociali,siamo a conoscenza di aziende i cui dipendenti, con stipendi mensili di oltre 1.000 euro,ad oggi,hanno ricevuto 1 sola rata di cassa integrazione per un importo di 270/300 euro.
- A QUANDO GLI ALTRI SOLDI?
- Riusciranno queste persone,ed ancora per quanto tempo,a portare qualcosa a casa da mangiare ai loro figli ed ai loro congiunti?
- Impietosa è drammatica la fotografia dell'ISTAT:ad aprile -274.000 occupati (meno 400.000 tra marzo e aprile):CHE FINE FARANNO QUESTI FANTASMI?
- GLI INATTIVI SONO ARRIVATI A 746.000!
- Il virus ha scoraggiato chi è in cerca di un impiego anche perché,di conseguenza,
data la gravissima situazione economica,nessuno assume,anzi cerca di licenziare i dipendenti in attività.
- Condividiamo in toto le parole del nuovo presidente di Confindustria Carlo Bonomi:
"QUESTA POLITICA RISCHIA DI FARE PIÙ DANNI DEL COVID".
- Al presidente Bonomi ha risposto il capogruppo alla Camera del PD:"Pensasse alla evasione fiscale".
- Bella scoperta! Finalmente abbiamo appreso che "l'evasione fiscale" è di competenza di Confindustria e,quindi,non dipende, e tantomeno, riguarda in nostri governanti e politici!
- Concludendo,siamo a conoscenza che parecchi piccoli imprenditori e commercianti che,per tutta la vita hanno lottato onestamente con il " COLTELLO TRA I DENTI"per garantire benessere alle loro famiglie ed a quelle dei loro dipendenti,hanno "mollato"totalmente,facendosi trascinare alla deriva dagli eventi che stanno e che stiamo vivendo.
- Le loro menti non "rispondono" più e vanno avanti per inerzia "ASPETTANDO GODOT".