MISSIROLI ACCENDE LA LUCE, LAVERONE SI CONFERMA. Le pagelle amaranto

22.08.2010 23:08 di Danilo Mancuso   Vedi letture
MISSIROLI ACCENDE LA LUCE, LAVERONE SI CONFERMA. Le pagelle amaranto

PUGGIONI. Un solo intervento degno di rilievo: l’uscita coraggiosissima su De Giorgio, a chiudere una pericolosa azione da gol. Segno del carattere del portierone amaranto. Per il resto ordinaria amministrazione. VOTO 6

ADEJO. Efficace, anche se di tanto in tanto si concede qualche sbavatura. VOTO 6

COSENZA. Grinta e determinazione. Dà compattezza alla difesa. VOTO 6

ACERBI. L’ingenuità commessa domenica scorsa è stata subito smaltita. Si erano già intraviste le qualità di questo difensore, e al primo vero impegno ufficiale l’ex Pavia non delude. Davvero forte di testa. Peccato che il suo stacco di testa nei minuti iniziale si stampi sulla traversa. VOTO 6,5

LAVERONE. La rivelazione si conferma. Primo tempo eccezionale: i pitagorici non riescono a contenerlo, lui è straripante e mette in mezzo una quantità incredibile di traversoni. Nella ripresa, invece, cala inevitabilmente. Ma è già uno dei punti di forza della squadra. VOTO 7

G.RIZZO. E’ il centrocampista di maggiore quantità della squadra. Corre tanto e prende anche l’iniziativa di tanto in tanto di calciare dalla distanza. VOTO 6

N.VIOLA. Meglio rispetto alla gara con l’Alessandria. Soprattutto nel primo tempo mette ordine al centrocampo. Potrebbe aver convinto i dirigenti amaranto a farlo restare in riva allo Stretto. VOTO 6

MISSIROLI. E’ il capitano. E si vede. Anche se ha solo 24 anni, gioca da veterano. E’ il valore aggiunto della squadra. Incedibile. VOTO 7

BARILLA’. Vince il ballottaggio con Rizzato, e non fa rimpiangere la scelta ad Atzori. Discreto apporto sulla sinistra, anche se non spinge come Laverone è utile soprattutto nella ripresa in fase di contenimento. VOTO 6

ZIZZARI. Al di sopra delle aspettative. Fraseggia davvero bene con la squadra, ha una buona intesa con Bonazzoli, si fa trovare sempre pronto. Mette i brividi a Concetti con un gran tiro dalla distanza. Peccato per quell’occasione divorata nel primo tempo. VOTO 6,5

BONAZZOLI. Probabilmente quel gesto da “buon samaritano” gli avrà giovato sotto l’aspetto motivazionale, ma non solo. Appare più lucido rispetto alla scorsa stagione, è un punto di riferimento per i compagni ed un problema costante per la difesa avversaria sui contrasti aerei. Solo il palo gli nega la gioia del gol nel primo tempo. Il gigante è tornato. VOTO 6,5