Le pagelle della Reggina

06.02.2010 18:12 di Francesco Modaffari   Vedi letture
Franco Brienza, il migliore in campo per la Reggina
Franco Brienza, il migliore in campo per la Reggina

FIORILLO 5 : Non ha grandi colpe sui goal, la difesa sicuramente non lo protegge bene.

LANZARO 5 : Anche lui oggi in confusione, non c’ha messo la sua solita grinta.

MISSIROLI 6 : Entra al 55’al posto di Lanzaro e si fa notare con diverse sgroppate sulla fascia sinistra. Bravissimo nell’uno contro uno, mette in area diversi palloni interessanti.

CASCIONE 4 : Non è un difensore centrale e lo si capisce soprattutto quando, da ultimo uomo, al 25’ consegna a Sgrigna una palla in area di rigore.

VALDEZ 5,5 : Non al meglio della forma, anche lui in confusione come tutti i suoi compagni di reparto.

VIGIANI 5,5 : Non spicca come a Padova. Prova a spingere sulla fascia destra, ma sembra proprio che lo faccia sempre con il timore che se perde palla, la difesa poi non saprebbe rimediare al suo errore.

CASTIGLIA 5 : Esordio da dimenticare. Sbaglia il rigore dopo 10 minuti ed accusa davvero troppo il colpo.

BRIENZA 7 : Entra al 48’ e segna un goal da cineteca. Sempre pericoloso in fase offensiva. Bentornato Franco, il vero acquisto del mercato di “riparazione” della Reggina.

CARMONA 5,5 : Partita senza particolari sussulti.

TEDESCO 5,5 : Anche lui non disputa una gara alla Tedesco; corre tanto, ma non incide tantissimo sulla manovra degli amaranto.

RIZZATO 5 : Praticamente non spinge quasi mai, e si capisce come per lui è preferibile giocare in fase offensiva che difensiva. Nel 3-5-2 disegnato da Iaconi, con il ritorno di Costa, non dovrebbe trovare tantissimo spazio.

PAGANO 5,5 : Prova a raccogliere le sponde di Bonazzoli, ma non crea mai alcun pericolo alla porta difesa da Fortin.

CACIA 6 : Sostituisce Pagano e colpisce un palo interno che grida vendetta. Se sta bene può tornare davvero utile alla causa amaranto.

BONAZZOLI 6 : Generosissimo come sempre, si mette sempre al servizio della squadra.


IACONI 6 : Non ha grandi colpe sulla sconfitta odierna; se Castiglia dopo dieci minuti non fallisce il rigore, forse la partita si sarebbe messa diversamente. Anche sotto di tre goal la sua Reggina non ha mollato, come invece accaduto in casa contro il Cesena.