LE PAGELLE DELLA REGGINA - Folo ancora decisivo, Menez gioie e dolori

15.02.2021 23:41 di Valerio Romito   Vedi letture
LE PAGELLE DELLA REGGINA - Folo ancora decisivo, Menez gioie e dolori

NICOLAS 6,5 – Ostacolato da…un compagno in occasione del primo gol silano, quasi riesce a neutralizzare il secondo penalty consecutivo che gli passa beffardamente sotto, nel mezzo tanti interventi sicuri soprattutto in uscita

DELPRATO 5,5 – È lui a frapporsi tra Nicolas e la palla ed agevolare l’1-2 che riapre la gara, in una prestazione comunque generosa ma non sempre attentissima

LOIACONO 6,5 – Riprende il suo posto al centro della difesa in una gara che necessita sangue freddo, ed infatti spetta a lui sbrogliare con efficacia alcune situazioni di estremo pericolo in area

STAVROPOULOS 6 – Le insidie arrivano soprattutto dalle fasce, lui pensa soprattutto a liberare l’area senza tanti fronzoli, fino a quando è costretto ad uscire per un risentimento muscolare (DAL 55’ CIONEK 6 – Costretto ad entrare a freddo in una serata gelida, per fortuna si adatta subito alla situazione)

DI CHIARA 5,5 – Si lascia saltare con troppa facilità da Corsi, forse frenato da precedente giallo ricevuto, consentendo ai padroni di casa di riaprire una gara che fino ad allora sembrava ampiamente compromessa per i lupi

CRIMI 6,5 – Motorino inesauribile, è sempre più l’elemento chiave per garantire equilibrio per la dispendiosa manovra attuata dagli amaranto (DALL’85 BIANCHI S.V.)

CRISETIG 6 – Emerge soprattutto nella ripresa, quando riesce a fare ripartire i compagni per cercare di sfruttare i tanti spazi concessi, ed è spesso utile in area di rigore sui palloni alti

EDERA 6 – Partita molto diligente del talento scuola Toro, meno strappi ma più applicazione tattica, soprattutto nel portare il primo pressing (DAL 71’ KINGSLEY 6 – Esordio positivo dell’ex Bologna, per nulla timido può costituire una valida alternativa per il prosieguo di stagione)

FOLORUNSHO 7 – Esattamente come cinque giorni fa si procura il rigore del vantaggio, ed anzi realizza di giustezza il raddoppio che sembra indirizzare la partita sui giusti binari, purtroppo non basterà e nella ripresa cala vistosamente, probabilmente a causa degli impegni ravvicinati in cui non è stato risparmiato neanche per un minuto

MENEZ 6,5 – Ci vuole tanta personalità per ripresentarsi sul dischetto, in un derby, dopo il precedente errore, ed oltre a trasformare con freddezza torna a mostrare tanti pezzi pregiati del suo repertorio, soprattutto mai fini a se stessi, rovinando, un attimo prima di uscire, col fallo da rigore una prestazione che altrimenti sarebbe stata quasi perfetta (DALL’85’ MONTALTO 6,5 – Escluso a sorpresa dall'inizio per noie fisiche, in pochi minuti riesce a procurarsi una ghiotta occasione per ritrovare il vantaggio che esce di pochi centimetri)

RIVAS 6,5 – Inaspettatamente riproposto al centro dell’attacco, ripaga la fiducia mettendo lo zampino in entrambe le reti amaranto, se ritrova la gamba giusta può tornare ad essere un fattore decisivo per l’attacco (DAL 71’ DENIS 6,5 – Potrebbe trasformarsi nell’eroe del derby pochi minuti dopo il suo ingresso, ma il portiere avversario e la traversa disinnescano l’ennesima prodezza di un calciatore che alle soglie dei 40 non vuole smettere di stupire)

BARONI 6,5 – Stupisce tutti con una formazione modello pre-mercato invernale, ed evidentemente anche il suo collega cosentino poiché la squadra, priva di punti di riferimento offensivi, dispone degli avversari come meglio non potrebbe, peccato che la solita mancanza di concretezza sulle tante ripartenze in parità numerica, ma anche un eccessivo ritardo nell’effettuare le ultime sostituzione con alcuni calciatori in evidente affanno, privino di un successo assaporato per circa 85 minuti e che, al di là della soddisfazione del campanile, avrebbe consentito un notevole balzo in classifica, anche se alla fine il punto serve almeno a mantenere intatte le distanze.