LE PAGELLE DELLA REGGINA - Cionek lucido, Montalto spezza la maledizione

10.02.2021 21:32 di Valerio Romito   Vedi letture
LE PAGELLE DELLA REGGINA - Cionek lucido, Montalto spezza la maledizione

NICOLAS 6,5 – Pur non compiendo interventi salva risultato, è perfetto nell’intercettare tutti i palloni vaganti che invadono l’area di rigore nel convulso finale

LAKICEVIC 6 – La sua crescita è costante ed evidente, fa tutto bene senza strafare e nelle poche volte che riesce a salire mette palloni interessanti in area

CIONEK 7 – In una serata in cui l’attenzione generale non è delle migliori, mantiene una lucidità esemplare ergendosi spesso come baluardo solitario contro chiunque gli capiti a tiro

STAVROPOULOS 6 – Dopo la partita monstre di sabato scorso palesa qualche problema di troppo nei disimpegni, ma per fortuna non sbaglia mai i palloni che “scottano”

DI CHIARA 6,5 – Si conferma uno dei leader di questa squadra, fa sentire la sua personalità nel momento più difficile della serata, usando anche un po’ di mestiere (DAL 93’ LOIACONO S.V.)

BIANCHI 5,5 – Insolitamente timido rispetto alle ultime uscite, non produce quel filtro che, in una gara tutt’altro che fluida, sarebbe risultata oltremodo utile (DAL 66’ CRIMI 6,5 – Ci mette la giusta dose di “cattiveria” indispensabile a spezzare le trame della compagine ligure e, di conseguenza, a mantenere l’esiguo vantaggio)

CRISETIG 6 – Tende a disfarsi del pallone con troppa sollecitudine in un contesto comunque molto nervoso, per fortuna mantiene la consueta precisione

EDERA 6 – Sui calci da fermo causa sempre imbarazzo alla difesa ospite, e nei pochi lampi che riesce a produrre sembra possa sempre nascere qualcosa, peccato che ancora una volta fallisca una comoda occasione che uno con i suoi piedi non può permettersi di sbagliare (DAL 66’ LIOTTI 6 – Fa quello che deve fare, e per poco con un virtuosismo non trova la sesta rete stagionale)

FOLORUNSHO 6,5 – Un po’ snaturato rispetto ai suoi soliti compiti, ha il merito enorme di procurarsi, con molta scaltrezza, il rigore che risulterà decisivo per il preziosissimo risultato

RIVAS 5,5 – Nell’unica occasione in cui riesce a saltare il suo marcatore procura l’occasione che potrebbe chiudere la contesa, per il resto molti errori per una condizione evidentemente tornata precaria (DAL 61’ DENIS 6,5 – La sua grande esperienza risulta fondamentale per dare respiro ai compagni, praticamente da solo riesce quasi sempre a rallentare le ripartenze avversarie, dando ragione al tecnico che per valorizzarlo sceglie di utilizzarlo “alla Altafini”)

MONTALTO 6,5 – La gara è complicata sul versante offensivo amaranto e di palloni giocabili se ne vedono pochi, ma riuscire a spezzare la maledizione e trasformare con grande freddezza un rigore così importante dopo i noti precedenti stagionali non può essere considerata impresa banale (DAL 61’ OKWONKWO 5 – Non entrerà negli annali come il miglior esordio possibile di un calciatore in amaranto, al primo pallone toccato fallisce un gol facile facile colpendo male un pallone di semplice lettura, ed in più non riesce a sfruttare alcuni comodi contropiedi, avrà tempo per prendere confidenza e rifarsi)

BARONI 6,5 – Nel complesso la prestazione è forse una delle peggiori da quando è arrivato, ma l’importanza della partita, considerati anche i risultati degli altri, priva di tranquillità un gruppo probabilmente non del tutto guarito dalla paura di vincere, alla fine, come a Pescara, ci mette del suo a migliorare la situazione con i cambi, e comunque riuscire a vincere partite del genere può paradossalmente costituire una svolta importante per il campionato