UNDER 15 SERIE C - Il regolamento completo del campionato: la Reggina ai nastri di partenza

30.08.2019 17:25 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Luigi Gasia
UNDER 15 SERIE C - Il regolamento completo del campionato: la Reggina ai nastri di partenza

Tramite il COMUNICATO UFFICIALE numero 22 del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, reso noto il regolamento del campionato Under 15 serie C, che vedrà ai nastri di partenza anche la Reggina.

CLICCA QUI PER LA COMPOSIZIONE DEL GIRONE DELLA REGGINA

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA DELLA PRIMA GIORNATA DEL GIRONE DELLA REGGINA

Ecco il testo completo:

Articolo 01 – PARTECIPAZIONE

Il Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C. organizza il Campionato Nazionale Under 15 Serie C stagione sportiva 2019/20. Il Campionato è riservato alle n° 59 Società appartenenti alla Lega Italiana Calcio Professionistico e alla squadra San Marino Academy in rappresentanza della Federazione Sammarinese, che partecipa con diritto di classifica ma non prendendo parte alle fasi finali per l’assegnazione del titolo di “Campione d’Italia Under 15 Serie C”. Dette Società potranno schierare in campo solo calciatori di categoria Giovanissimi.

Articolo 02 – FORMULA DEL CAMPIONATO

Il Campionato si articola in quattro fasi successive: a) Gironi Eliminatori (gare di andata e ritorno con sistema cosiddetto all’italiana); b) Ottavi di Finale (gare di andata e ritorno); c) Quarti di Finale (gare di andata e ritorno); d) Fase Finale a 4 (Semifinali e Finale per il 1° e 2° posto in gara unica).

Articolo 03 – GIRONI ELIMINATORI

Le 60 squadre iscritte sono suddivise in cinque gironi da dodici squadre ciascuno. Al termine della prima fase del Campionato, le squadre classificate al 1°, 2° e 3° posto di ciascun girone e la migliore squadra classificata al 4° posto tra i gironi A, B, D ed E, accedono agli Ottavi di Finale. Le classifiche dei gironi eliminatori vengono compilate tenendo conto, nell’ordine: - dei punti in classifica; - in caso di parità tra due squadre, dei punti conseguiti negli incontri diretti. In caso di parità, della differenza reti negli incontri diretti. In caso di ulteriore parità, si tiene conto della differenza reti ottenuta in Campionato, in seguito del maggior numero di reti segnate.

Nel caso la parità persista, si tiene conto della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati, in seguito si ricorre al sorteggio;

- in caso di parità tra tre o più squadre, della classifica avulsa tra le squadre interessate, calcolando i punti conseguiti negli incontri diretti. A parità di punti si tiene conto della differenza reti negli stessi incontri.

Nel caso in cui due o più squadre interessate permangano ancora in parità, si tiene conto, nell’ordine, della differenza reti negli incontri diretti tra le squadre interessate, della differenza reti ottenuta nel Campionato, in seguito del maggior numero di reti segnate. Nel caso la parità persista, si tiene conto della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati, in seguito si ricorre al sorteggio. Per determinare la migliore squadra quarta classificata tra i gironi A, B, D ed E, si tiene conto, nell’ordine:

- dei punti in classifica, della miglior differenza reti, del maggior numero di reti segnate.

Nel caso la parità persista, si tiene conto della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati, in seguito si ricorre al sorteggio. Tutto questo in deroga all’art. 51 delle N.O.I.F..

Articolo 04 – OTTAVI DI FINALE

Al termine dei Gironi Eliminatori, verrà stilata una graduatoria di merito tra le squadre prime classificate (sigla A), seconde classificate (sigla B), terze classificate (sigla C) e quarta classificata (sigla D), tenendo conto, nell’ordine: - dei punti in classifica, della miglior differenza reti, del maggior numero di reti segnate.

Nel caso la parità persista, si tiene conto della classifica disciplina calcolata in base ai provvedimenti adottati, in seguito si ricorre al sorteggio.

Sigla A (prime classificate)

A1 – miglior prima classificata

A2 – seconda miglior prima classificata

A3 – terza miglior prima classificata

A4 – quarta miglior prima classificata

A5 – quinta miglior prima classificata

Sigla B (seconde classificate)

B1 – miglior seconda classificata

B2 – seconda miglior seconda classificata

B3 – terza miglior seconda classificata

B4 – quarta miglior seconda classificata

B5 – quinta miglior seconda classificata

Sigla C (terze classificate)

C1 – miglior terza classificata

C2 – seconda miglior terza classificata

C3 – terza miglior terza classificata

C4 – quarta miglior terza classificata

C5 – quinta miglior terza classificata

Sigla D (quarta classificata)

D1 – miglior quarta classificata

Gli accoppiamenti degli Ottavi di Finale saranno:

Ottavo di Finale (O1): D1 – A1

Ottavo di Finale (O2): C5 – A2

Ottavo di Finale (O3): C4 – A3

Ottavo di Finale (O4): C3 – A4

Ottavo di Finale (O5): C2 – A5

Ottavo di Finale (O6): C1 – B1

Ottavo di Finale (O7): B5 – B2

Ottavo di Finale (O8): B4 – B3

A conclusione delle gare di andata e ritorno, si qualificheranno ai Quarti di Finale le squadre che hanno ottenuto il maggior numero di punti (3 punti per la vittoria, 1 punto per il pareggio, 0 punti per la sconfitta); in caso di parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; in caso di ulteriore parità, si qualificheranno le squadre con il miglior piazzamento nella suindicata graduatoria (non si disputano i due tempi supplementari). Le gare di andata si disputeranno in casa delle squadre con il peggior piazzamento in base alla suddetta graduatoria.

Articolo 05 – QUARTI DI FINALE

Le otto squadre che hanno superato gli Ottavi di Finale si affronteranno secondo gli abbinamenti di seguito indicati:

Quarto di Finale (Q1) Vincente O8 – Vincente O1

Quarto di Finale (Q2) Vincente O7 – Vincente O2

Quarto di Finale (Q3) Vincente O6 – Vincente O3

Quarto di Finale (Q4) Vincente O5 – Vincente O4

A conclusione delle gare di andata e ritorno, si qualificheranno alle Semifinali le squadre che hanno ottenuto il maggior numero di punti (3 punti per la vittoria, 1 punto per il pareggio, 0 punti per la sconfitta); in caso di parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; in caso di ulteriore parità, si qualificheranno le squadre con il miglior piazzamento nella graduatoria indicata nell’Articolo 04 (non si disputano i due tempi supplementari). Le gare di andata si disputeranno in casa delle squadre con il peggior piazzamento in base alla suddetta graduatoria.

Articolo 06 – FASE FINALE A 4

Al termine dei Quarti di Finale, si disputerà la Fase Finale a 4, con le Semifinali e la Finale per il 1° e 2° posto che si disputeranno in gara unica su campo neutro secondo gli abbinamenti di seguito indicati:

Semifinale (S1) Vincente Q1 – Vincente Q4

Semifinale (S2) Vincente Q2 – Vincente Q3

Finale Vincente S1 – Vincente S2

Nelle Semifinali e nella Finale per il 1° e 2° posto, in caso di parità al termine dei due tempi regolamentari, le squadre devono disputare due tempi supplementari di 10 minuti ciascuno. Nel caso permanga parità dopo i due tempi supplementari, l’Arbitro provvede a far battere i tiri di rigore nel rispetto delle vigenti norme federali. Il calendario e le date di svolgimento della Fase Finale a 4 verranno resi noti con successivo Comunicato Ufficiale.

Articolo 07 – SUPERCOPPA NAZIONALE UNDER 15

La Società vincente il titolo di Campione d’Italia Serie C e la Società vincente il titolo di Campione d’Italia Serie A e B disputeranno, in gara unica, la Finale per l’assegnazione della Supercoppa Nazionale Under 15. In caso di parità al termine dei due tempi regolamentari, si disputeranno due tempi supplementari di 10 minuti ciascuno. Nel caso permanga parità dopo i due tempi supplementari, l’Arbitro provvederà a far battere i tiri di rigore nel rispetto delle vigenti norme federali. La data di svolgimento verrà resa nota con successivo Comunicato Ufficiale.

Articolo 08 – ORARIO E CAMPI DI GARA

Le gare avranno inizio alle ore 11.00 e verranno disputate sui campi di gara indicati nell’Annuario, pubblicato con apposito Comunicato Ufficiale. Sarà comunque possibile disputare le gare anche di sabato o domenica pomeriggio, sempre previo accordo tra le Società interessate che dovranno far pervenire la richiesta, entro e non oltre il martedì precedente la gara, all’Ufficio Attività Agonistica del Settore Giovanile e Scolastico, per posta elettronica all’indirizzo agonistica.sgs@figc.it. Nell’ultima giornata dei Gironi Eliminatori non saranno consentiti posticipi di orario delle gare che abbiano interessi di classifica. Saranno consentiti, invece, anticipi di giorno e/o orario.

Articolo 09 – RECUPERO DELLE GARE

Ai sensi e per gli effetti dell’Art. 56 delle N.O.I.F., le gare saranno recuperate con le modalità fissate, con decisione inappellabile, dal Settore Giovanile e Scolastico.

Articolo 10 – TENUTA DI GIUOCO DEI CALCIATORI E COLORI SOCIALI

In deroga a quanto stabilito dall’Art. 72 delle N.O.I.F. “Tenuta di giuoco dei calciatori”, è consentito ai calciatori partecipanti al Campionato di indossare, per tutta la durata della stagione sportiva, una maglia recante sempre lo stesso numero (non necessariamente progressivo) senza personalizzazione col cognome del calciatore che la indossa. La squadra ospitante, dovrà provvedere in ogni circostanza, al cambiamento delle maglie di giuoco nei casi di confusione di colori rilevata dall’Arbitro. La squadra ospitata, dovrà sempre e obbligatoriamente indossare la maglia di giuoco con i colori sociali comunicati al momento dell’iscrizione. Nella sola Fase Finale a 4 e nella gara di Supercoppa, il cambio delle maglie di giuoco spetterà alla squadra seconda nominata.

Articolo 11 – DURATA DELLE GARE E SOSTITUZIONE DEI CALCIATORI

La durata delle gare è fissata in due tempi di 35 minuti ciascuno. Nel corso delle gare sono consentite le sostituzioni di sette calciatori, indipendentemente dal ruolo ricoperto. Nelle gare in cui non sono previsti o non vengono effettivamente disputati i tempi supplementari, ogni squadra potrà effettuare le sette sostituzioni in tre momenti qualsiasi di gara, oltre all’intervallo tra il primo e il secondo tempo. Nelle gare in cui vengono effettivamente disputati i tempi supplementari, ogni squadra potrà usufruire anche di un quarto momento di gara nei tempi supplementari, oltre all’intervallo tra il termine dei tempi regolamentari e l’inizio dei tempi supplementari, nonché nell’intervallo tra il primo tempo supplementare e il secondo tempo supplementare. Al termine dei tempi supplementari, non sarà possibile effettuare sostituzioni residue, tranne che nel caso di infortunio del portiere, prima o durante l’esecuzione dei tiri di rigore, secondo quanto previsto dalla regola 10 punto 3 del Regolamento del Giuoco del Calcio. L’inosservanza di tale norma, comporta l’applicazione delle sanzioni di cui all’Art. 17 del C.G.S.. Per tutte le gare di Campionato, nelle liste di presentazione all’Arbitro potranno essere indicati fino a 20 calciatori (9 di riserva anziché 7), fermo restando il limite di sette sostituzioni, come da regolamento.

Articolo 12 – SALUTI

Tutti i dirigenti ed i tecnici delle Società dovranno doverosamente fare in modo che, sia all’inizio che alla fine di ogni incontro, i partecipanti salutino il pubblico e si salutino tra loro, stringendosi la mano.

Articolo 13 – DISCIPLINA SPORTIVA

La funzione disciplinare è esercitata in prima istanza dal Giudice Sportivo Nazionale e in seconda istanza dalla Corte Sportiva di Appello Nazionale con le modalità ed i termini previsti dal Codice di Giustizia Sportiva. I contributi per l’accesso alla Giustizia Sportiva sono riportati all’interno del Comunicato Ufficiale n° 7/A del 09/07/2019 della F.I.G.C.. Le norme sull’abbreviazione dei termini procedurali per le ultime due giornate di Campionato, per gli Ottavi di Finale, per i Quarti di Finale e per la Fase Finale a 4, verranno richieste al Presidente Federale e rese note con successivo Comunicato Ufficiale della F.I.G.C.. Le ammonizioni che, in base al computo, non comportino la squalifica, divengono inefficaci al termine dell’ultima giornata dei Gironi Eliminatori. Negli Ottavi di Finale e nei Quarti di Finale i calciatori incorrono nella squalifica per una gara alla seconda ammonizione. Al termine dei Quarti di finale, le ammonizioni che, in base al computo, non comportino la squalifica, divengono inefficaci. Nella Fase Finale a 4 i calciatori incorrono nella squalifica per una gara alla seconda ammonizione.

Articolo 14 – CONVOCAZIONI NAZIONALI GIOVANILI

In caso di convocazione di tre o più calciatori di una Società per gare ufficiali delle Nazionali Giovanili, la Società interessata potrà richiedere il rinvio d’ufficio della gara di Campionato alla quale i propri tesserati non potrebbero partecipare. In occasione di doppie amichevoli delle Nazionali Giovanili, all’interno della stessa settimana, si potrà richiedere il rinvio d’ufficio della gara di Campionato successiva al doppio impegno. Nel caso i calciatori convocati fossero due, l’eventuale richiesta di posticipo dovrà necessariamente essere inoltrata con l’accordo della Società avversaria.

Articolo 15 – PUBBLICAZIONE COMUNICATI UFFICIALI

I Comunicati Ufficiali relativi al Campionato verranno pubblicati sul sito internet www.figc.it/it/giovani (home page e tasto Comunicati). Assumeranno una numerazione progressiva e avranno la dicitura “Campionati Giovanili”. Ovviamente, e ad ogni fine, le decisioni e le comunicazioni degli Organi del Settore si presumono conosciute con la pubblicazione dei Comunicati Ufficiali che sarà effettuata mediante affissione nell’albo istituito presso la sede del Settore di Via Po, 36 in Roma.

Articolo 16 – ORDINE PUBBLICO E ASSISTENZA MEDICA

La richiesta di intervento della Forza Pubblica dovrà essere inoltrata dalla Società ospitante alla competente Autorità, in tempo utile. Ove la Forza Pubblica non fosse presente, le Società sono tenute ad adottare adeguate misure di sicurezza e in ogni caso copia della richiesta dovrà essere obbligatoriamente consegnata all’Arbitro. Per le Società ospitanti è obbligatoria la presenza di un proprio medico, che possa contemporaneamente essere utilizzato sia dalla squadra ospitante sia dalla squadra ospitata, o dell’ambulanza. In caso di assenza del medico sociale o dell’ambulanza, sarà comminata un’ammenda pari ad € 200,00 (duecento/00).

Articolo 17 – DIRITTI AUDIOVISIVI

In qualità di organizzatore della competizione, spettano in esclusiva alla Federazione Italiana Giuoco Calcio tutti i diritti di ripresa e diffusione audiovisiva delle gare della competizione. Per quanto riguarda le gare della stagione regolare (Gironi Eliminatori, Ottavi di Finale e Quarti di Finale), le società partecipanti alla competizione avranno facoltà di realizzare e utilizzare le relative riprese previa comunicazione scritta inviata al Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C., all’attenzione del Segretario. Spetta invece alla F.I.G.C., in via esclusiva, la realizzazione e lo sfruttamento delle riprese della Fase Finale a 4 della competizione - da esercitarsi direttamente o per il tramite di soggetti terzi - fatta salva la possibilità di espressi accordi tra F.I.G.C. e le società partecipanti alle Fasi Finali Fase Finale a 4, a condizione della loro compatibilità con gli impegni contrattuali già assunti dalla F.I.G.C. con soggetti terzi.