Mister Assumma lascia la Reggina: i grandi numeri di chi ha l'amaranto nel cuore

31.07.2020 11:45 di Giovanni Cimino Twitter:    Vedi letture
Mister Assumma lascia la Reggina: i grandi numeri di chi ha l'amaranto nel cuore

Il nuovo corso del settore giovanile della Reggina è iniziato e impostato, Antonio Tempestilli vuol certamente dare al club di Luca Gallo una prospettiva di un vivaio che non è proprio "sottozero" come qualcuno ha cercato maldestramente di dipingerlo. 

Nella stagione del cambio di proprietà, la Berretti ha addirittura vinto il proprio girone e l'Under 17 è stata addirittura la migliore seconda di tutti i gironi nazionali: se vi pare poco o se vi pare un "completo disastro"...

Strano però il destino dei tecnici di quelle squadre che hanno messo in mostra una serie di calciatori niente male. Quarticelli e Assumma non saranno nei quadri tecnici del settore giovanile per la stagione 2020-2021. Logica vorrebbe, senza volerci sostituire a chi di competenza, che i cicli vanno chiusi prima di ripartire con quelli nuovi, anche per una questione di mera opportunità tecnica.

La prossima Primavera amaranto, guidata dal pur ottimo Falsini, avrà in rosa molti calciatori che il giovane mister Assumma conosce sin troppo bene, sui quali c'è stato tanto lavoro tecnico e non solo. Senza fare nomi, ma non ci stupiremmo se i ragazzi amaranto potranno dire la loro anche in un campionato nazionale. Si tratta tutti dei calciatori capaci di arrivare ai quarti di finale della fase finale del torneo Under 17 e poi promossi alla Berretti dal tecnico reggino: i risultati parlano per lui, non di certo il nostro modestissimo punto di vista.

Non di meno, nei giorni degli intrighi di dicembre 2019, quando poi Luca Gallo giunse a zittire tutte le cassandre e vanificò le manovre dietro le quinte, il giovane ma capace mister è stato uno dei pochi fedelissimi alla causa, senza abbandonare la nave.

Per Assumma è dunque arrivato il momento di salutare la sua Reggina, ma scommettiamo che presto lo vedremo nuovamente in panchina e potrà dimostrare le sue indubbie capacità: il tempo, è risaputo, è galantuomo...