REGGINA - Drago supera la concorrenza e potrebbe essere annunciato nelle prossime ore. Intanto Gautieri mastica amaro: “Preferisco non soffermarmi sul no incassato"

04.02.2019 16:00 di Lorenzo Vitto   Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
REGGINA - Drago supera la concorrenza e potrebbe essere annunciato nelle prossime ore.  Intanto Gautieri mastica amaro: “Preferisco non soffermarmi sul no incassato"

Potremmo essere vicini alla fumata bianca per il sostituto di Roberto Cevoli sulla panchina della Reggina.

Il candidato numero 1 al momento è Massimo Drago, il quale ha avuto già i primi colloqui con l’entourage del presidente Gallo, dopo la brusca frenata con Gautieri, e a stretto giro di posta dovrebbe essere annunciato. L’ex tecnico del Crotone dovrebbe entrare al Sant’Agata alla ripresa degli allenamenti, prima seduta che potrebbe slittare a mercoledì e non domani pomeriggio come da programma, visto che il match fuori casa con il Siracusa è stato spostato a lunedì sera.

L’ultima partita in panchina di Drago alla guida del Cesena risale al 29 ottobre 2016 nella trasferta di Frosinone, persa 2-1. Dopo quella gara, il tecnico classe 1971, nato a Crotone, fu esonerato dal team romagnolo. Era alla guida dei bianconeri dalla stagione precedente, sempre in serie B, quando condusse la squadra ai playoff promozione.

Dopo la trafila nel settore giovanile del Crotone, la sua prima panchina tra in professionisti risale al 23 gennaio 2012, quando fu chiamato a guidare i pitagorici al posto di Menichini. Rimase in rossoblù per altre tre stagioni, conducendo il Crotone ai playoff nell'annata 2013-2014, dopo aver conquistato il sesto posto nella regular season.

Intanto risponde un po’ stizzito quello che fino a ieri sera sembrava il profilo individuato dai dirigenti amaranto, ovvero Carmine Gautieri che al telefono dice poche parole, ma molte in sede di interpretazione. “Auguro le migliori fortune alla Reggina, ma preferisco non soffermarmi più di tanto sulla questione. Mi sarebbe piaciuto allenare in una piazza importante come Reggio Calabria. È andata...”.