RENDE-REGGINA STORY - Tutti i precedenti in casa biancorossa: Lorenzon stregato per gli amaranto

02.11.2018 13:20 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 310 volte
RENDE-REGGINA STORY - Tutti i precedenti in casa biancorossa: Lorenzon stregato per gli amaranto

Il campo di Rende, per la Reggina, è tradizionalmente e storicamente ostico, se non addirittura stregato.

Mai un successo amaranto (sul campo) contro i cuginetti biancorossi, solo due gol all'attivo (Beretta nel 1981 e Maesano nel 2015) e tre sconfitte (quattro considerando anche quella in D con la denominazione Reggio Calabria, ribaltata dal Giudice Sportivo).

Bottino magro per la Reggina, che ha strappato solo tre pari, oltre alla vittoria, sopracitata, a tavolino dell'ottobre 2015.

Rende e Reggina si sono incrociate in C1, in C2 (un solo precedente) e in D.

Il 4 novembre 1979, è 0-0 tra biancorossi e amaranto nel primo incrocio tra il Rende Calcio 1968 e la vecchia AS Reggina. Quinto posto finale per la squadra di Buffoni.

Il 22 febbraio 1981 è botta e risposta tra i due team, per gli amaranto il gol è firmato da Beretta, 1-1 finale. Reggina al quarto posto finale, di poco distante da Cavese e Sambenedettese, promosse in B.

Il 4 aprile 1982, un altro pari, stavolta per 0-0, mentre il 13 febbraio 1983, il Rende vince 1-0 sul campo, ma la gara viene data vinta a tavolino al club biancorosso, sospesa a causa delle intemperanze dei tifosi reggini.

Nella stagione 1985-1986, la squadra di Caramanno subì sei sconfitte totali, una il 16 febbraio 1986 a Rende, 2-0 il finale. Al termine di quel torneo, l'ultimo disputato con la denominazione AS Reggina, amaranto promossi in C1

Infine, il precedente dell'11 ottobre 2015, quando al Lorenzon si sfidarono Rende e ASD Reggio Calabria. 2-1 il finale sul campo (doppietta del rendese Papa, gol amaranto di Maesano), ma l'utilizzo del calciatore Feraco, che doveva scontare un turno di stop, permise al club amaranto di vincere il ricorso davanti gli organi di giustizia sportiva, mentre il 26 agosto 2017 il ko dell'imprecisa Reggina, che sbagliò l'impossibile sottoporta e infine subì il gol di Ricciardo nei minuti finali.

C'è da aggiungere la vittoria a Rende di qualche settimana fa contro il Siracusa, 1-0 sul neutro del Lorenzon.