SITUAZIONE PREOCCUPANTE

 di Giovanni Cimino Twitter:   articolo letto 1066 volte
© foto di Federico Gaetano/Tuttolegapro.com
SITUAZIONE PREOCCUPANTE

Lo 0-0 casalingo contro la Vibonese, fa suonare l'allarme rosso in casa Reggina. E' mancato tutto alla squadra di Zeman: logica, cattiveria, idee e voglia di vincere il primo scontro diretto.

I 90' scialbi e brutti contro i rossoblù, fanno il paio con la pessima prova di Matera e lasciano enormi preoccupazioni per il futuro: difficile salvarsi con questi presupposti, difficile evitare l'ultimo posto.

Vale la pena prenderne atto e trovare qualsiasi soluzione adatta a risolvere il problema. Abbiamo sempre ribadito un concetto: chi opera per la Reggina, dirigente, tecnico, calciatore, giornalista o tifoso, pensi sempre al bene comune e non al proprio "tornaconto". Nessuna soluzione può essere esclusa a questo punto, perché il rischio concreto è quello di ripetere piè pari la seconda parte di girone d'andata.

Infatti, suona come un sinistro avvertimento il fatto è che proprio dalla gara di Matera, come capitato all'andata, la Reggina abbia cambiato completamente pelle e abbia offerto prestazioni al limite dell'indecoroso, con tante scelte tecniche "da brividi" (negativi s'intende). Stavolta, non ci sarà il girone di ritorno a metterci una pezza, stavolta si rischia di dover raccogliere i cocci e ripartire dalla D (forse!).

Se c'è un qualche scollamento tra le idee del tecnico e la squadra, ne si prenda atto e si traggano le conclusioni del caso. Nelle prossime due gare, si affronteranno due squadre tra le più in forma, Siracusa e Melfi, e perdere ancora sarebbe come affondare.