REGGINA - Taibi a Radio Gamma No Stop: "Le ultime mosse prima del ritiro..."

11.07.2019 19:10 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
REGGINA - Taibi a Radio Gamma No Stop: "Le ultime mosse prima del ritiro..."

Il ds della Reggina, Taibi, ha parlato a Diretta Studio su Radio Gamma No Stop. Tanti i temi trattati:

"Sto trattando un paio di cessioni, quella di Ungaro, De Falco e Mastrippolito, oltre a Petermann. Vediamo più avanti Baclet, ma devono esserci le condizioni giuste, anche perché in giro ci sono cifre folli"

"Dobbiamo fare una squadra capace di lottare per il vertice".

Sulla vicenda Cristini: "Con Cristini ci ho parlato a maggio, gli ho detto che dovevo fare altre operazioni. Sabato scorso mi hanno detto che il calciatore non aveva cambiato idea, ma martedì mi riferiscono che aveva cambiato idea. Era una mia scommessa, ma a Reggio Calabria si viene di corsa. C'è la fila per venire a Reggio Calabria, ci propongono un sacco di giocatori, la nostra squadra è ambita per la piazza e perchè è stata rivitalizzata dal presidente Gallo".

Sul numero dell'organico: "Con quelli rimasti e con quelli portati a casa, saremo in 16-17, contiamo di portarne altri due-tre e poi valuteremo altre situazioni. Bresciani e Bianchi hanno firmato".

Sui volti nuovi: "Ho già definito due-tre trattative, ora mandiamo i documenti in sede, poi vedremo cosa accadrà. Ogni mossa è stata ponderata tra tutti noi, abbiamo avuto piu riunioni".

Sul Bari: "Hanno allestito una squadra stellare, ma non sempre chi spende vince sempre".

Su Bellomo e Strambelli: "Sono due calciatori importanti, li vogliamo tenere stretti, ma se i ragazzi chiedono di andare via non li tratteniamo. Sin qui hanno dimostrato di voler stare a Reggio".

Sull'attacco: "Se Baclet va via, allora dobbiamo prendere due attaccanti con determinate caratteristiche. Giocano in due".

Su Donnarumma: "Il Monopoli chiede parecchio, è difficilissima. Se loro vogliono fare uno scambio e magari avere un aiuto per l'ingaggio possiamo trovare un accordo. Lui sarebbe venuto volentieri a Reggio. Stesso discorso per Rapisarda, per il quale la richiesta è stata esosa".

Su De Falco: "Nelle idee del mister, per lui può essere sacrificato, ma per caratteristiche, non perché non è un calciatore di valore. Lui non è in uscita, lo hanno chiesto in tante".

Su Arrighini: "Mi dicono che non è in uscita e se esce il Carpi vuole parecchio. Ci sono altri profili attenzionati e meno costosi".

Sul ritiro: "Per me il Sant'Agata è la scelta giusta. È più logico stare lì".