REGGINA - Strambelli e De Falco in buona compagnia: i precedenti fuori rosa amaranto

23.07.2019 12:30 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
REGGINA - Strambelli e De Falco in buona compagnia: i precedenti fuori rosa amaranto

Strambelli, Baclet e De Falco, insieme a Ungaro, sono gli ultimi casi di calciatori della Reggina finiti ai margini della rosa.

Se due decenni fa i club potevano persino impedire ai calciatori "sgraditi" di avvicinarsi al campo di allenamento, negli ultimi anni le società che intendono escludere alcuni calciatori dalla normale attività della squadra, sono state costrette a mettere a disposizione un preparatore atletico e un campo in cui potersi tenere in forma.

E nella storia recente della Reggina, intesa come il precedente club che ha chiuso i battenti nel 2015, ci sono stati alcuni casi davvero clamorosi. Senza voler ripercorrere le varie vicende, nell'estate del 2010 hanno tenuto banco i casi spinosissimi di Bonazzoli e Tedesco. I due, con un contratto pesantissimo eredità della gestione 2009-2010, sono rimasti a margine sino alla fine del mercato estivo, senza trovare un accordo di risoluzione o riduzione. Alla fine, i due furono reintegrati e si resero protagonisti di una stagione straordinaria.

Nell'estate del 2011, scoppiarono fragorosi i casi Nicolas Viola e Massiroli. Il patron Foti li mise fuori rosa per la loro ritrosità a rinnovare a cifre congrue alle possibilità della Reggina. Alla fine il presidentissimo Lillo riuscì a venderli a prezzi monstre e comunque tutt'oggi parliamo di calciatori di serie A.

Ma i casi sono stati tanti nel corso del tempo. Nella stagione dell'ultima Reggina Calcio, furono messi fuori, in successione, i vari Rizzo, Dall'Oglio, Di Michele e Insigne.