REGGINA - Si è partiti dal centrocampo: Salandria e Marino punti fermi. Ora servono centimetri alla squadra

11.06.2018 16:07 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 1234 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
REGGINA - Si è partiti dal centrocampo: Salandria e Marino punti fermi. Ora servono centimetri alla squadra

Il centrocampo della Reggina va via via prendendo forma, ben prima di tutto il resto della squadra. Del resto, lo stesso Taibi ha sottolineato come il reparto dal quale iniziare la costruzione della squadra è proprio quello nevralgico.

Per ora, in attesa degli altri arrivi, in rosa ci sono Salandria Marino (senza considerare il giovane Amato sul quale serve capire meglio le intenzioni del club), mentre Mezavilla, altro calciatore sotto contratto, ad oggi sembra destinato a lasciare la maglia amaranto. In lista arrivi c'è anche Simone Franchini, giovanotto di belle speranze di proprietà del Sassuolo.

Per ora è una Reggina poco fisica in mezzo, con due elementi, difficilmente non titolari e punti fermi, che fanno della corsa e dell'agonismo il loro punto fermo, peraltro entrambi essendo al di sotto del metro e 75 di altezza.

Probabilmente dunque, anche in vista della costruzione del resto della squadra, Taibi e Cevoli terranno a mente l'opportunità di alzare i centimetri, indispensabili in un campionato così duro come quello di serie C.