REGGINA, PROBLEMA GRANILLO - Due anni di contrattempi, difficoltà e fastidi: ecco la cronistoria delle problematiche dell'impianto sino al disastro delle quattro gare in campo neutro

07.11.2018 21:45 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 651 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
REGGINA, PROBLEMA GRANILLO - Due anni di contrattempi, difficoltà e fastidi: ecco la cronistoria delle problematiche dell'impianto sino al disastro delle quattro gare in campo neutro

La Reggina tornerà dunque sabato a giocare nel suo stadio. L'ultima gara in casa della squadra amartanto è datata 22 settembre, successivamente i ragazzi del presidente Praticò hanno disputato ben quattro partite di fila in campo neutro, record storico nell'ambito dei 104 anni dl club reggino. Sabato saranno 48 giorni di lontananza della Reggina dal Comunale: per fortuna l'esilio è finito.

In ogni caso la questione stadio va analizzata più a fondo e merita grossi approfondimenti nei prossimi mesi.  A prescindere dalla mancanza di fondi, di ostacoli burocratici, di mancanza di mezzi idonei a svolgere adeguata manutenzione, l'impianto di viale Galilei resta di proprietà del Comune di Reggio Calabria, in ogni caso tenuto a concedere lo stadio in condizioni accettabili per le normative strutturali imposte da Lega e autorità competenti. Resta una macchia indelebile aver giocato, massimo rispetto per i cugini di Vibo e Rende, le gare interne su campi che quando la Reggina ospitava la Juventus o il Milan, vivevano lo spirito pioneristico e dilettantistico dei campionati regionali

Ma quando e dove nascono i problemi dello stadio Granillo? Perché un impianto che appena nove anni fa ha ospitato la serie A, oggi non è del tutto a norma per giocare una partita di serie C? Utile fare un breve excursus di tutte le vicende degli ultimi anni, anche per evitare futuri problemi che certamente si riproporrano se la situazione non verrà sistemata e risolta.

Uno stadio, quello Comunale dedicato alla memoria di Oreste Granillo, che ha dunque sostanzialmente risentito del trapasso della fu Reggina Calcio, la quale (pur non riuscendo ad onorare varie rate) aveva in concessione ventennale (dunque sino al 2027) l'impianto di viale Galilei, accordo griffato nel 2007 dall'allora presidente amaranto Foti e dal sindaco di Reggio, Scopelliti.

Un accordo complesso, che obbligava la Reggina a prendersi cura della manutenzione dell'impianto (dall'erba, ma non solo) e a svolgere alcuni lavori di ammodernamento della struttura.

Nel 2008 vengono effettuate alcune migliorie: nuovo tabellone elettronico; sala hospitality all'interno della tribuna ovest; 2 tabelloni elettronici esterni posti all'esterno della curva nord; migliorie agli spogliatoi; divisione in settori per la tribuna ovest con nuovi seggiolini. Inoltre sempre nella tribuna ovest sono state create alcune postazioni per i diversamente abili e una terrazza centrale.. L'idea del club era quella di sfruttare le sale hospitality per iniziative particolari, del club ma non solo, e iniziare un percorso di "stadio al centro del vilaggio", con attività commerciali attive per sette giorni su sette.

Nel 2012 altra tornata di lavori, affidati stavolta all'azienda lombarda Gsport, nell'ambito di iniziative di rilancio marketing del marchio Reggina. Nell'ottobre 2012 sono iniziati i lavori di restyling diretti dalla società Gsport che hanno portato alcune migliorie all'impianto. Si è proceduto alla copertura dei pilastri e di tutta la struttura esterna dei 4 settori. Successivamente si è passati al rinnovamento delle due aree hospitality, alla zona mista e agli spogliatoi.

Da allora, complici anche le gravissime difficoltà economiche del sodalizio amaranto, lo stadio Granillo non ha ricevuto la necessaria manutenzione del caso. In mezzo si è messo il default del Comune di Reggio Calabria, con un commissariamento annesso. Inoltre, con la caduta della Reggina, sino all'oblio della D, il pubblico reggino ha svuotato gli spalti del Granillo, sempre più una sorta di cattedrale nel deserto.

Prima della non iscrizione del 2015, la Reggina Calcio, per bocca del suo presidente, aveva approntato il progetto della costruzione di un nuovo impianto (Archi, Modena e Catona le sedi prese in considerazione in una prima fase valutativa). Con il programma messo in piedi dalla Lega serie B di Abodi sulla ristrutturazione o costruzione ex novo di impianti sportivi, la Reggina aveva trovato adeguata sponda da parte di molti professionisti e di fondo americano non meglio precisato.

Dopo il ritorno tra i Prof del club amaranto, si sono presentate delle problematiche del tutto inedite, almeno in tempi recenti, per quanto riguarda l'impianto di viale Galilei, che appena nove anni fa (dopo tutto non un'eternità) ospitava la serie A e che è stato di fatto messo in piedi nel 1999, appena 19 anni fa, peraltro poi oggetto di restyling negli anni scorsi.

4 agosto 2016 - la Reggina viene ripescata in serie C

19 agosto 2016 - Dopo voci, ipotesi e indiscrezioni, la Lega Pro ufficializza l'inversione di campo per la gara di Coppa Italia serie C tra la Reggina e la Paganese, vista la mancanza di agibilità dello stadio Comunale: non era mai successo nella storia della Reggina.

1 settembre 2016 - Dopo giorni e ore di passione, la Commissione Provinciale di Vigilanza sugli Eventi pubblici ha dato il via libera all'utilizzo del Granillo per la gara tra la Reggina e il Messina del 4 settembre. In quel periodo si parlò di problemi alla videosorveglianza, come anche di alcuni lavori effettuati per la messa in sicurezza dell'impianto di gioco, sopratutto per rientrare nelle regole fissate dalla Lega Pro per gli impianti del torneo di C.

4 settembre 2016 - Il derby dello Stretto si disputa regolarmente (per la cronaca senza tifosi ospiti), ma con agibilità ridotta.

14 settembre 2016 - Pietro Lo Monaco critica lo stato del manto erboso del Granillo, effettivamente ridotto a spiaggia, in occasione di Reggina-Catania. Il Comune fa ripartire i lavori ad ottobre, per qualche mese si gioca su un terreno accettabile

13 ottobre 2016 - Via libera della Prefettura di Reggio Calabria all'agibilità totale del Granillo (tranne la Curva Nord): 

"La Prefettura di Reggio Calabria ha reso noto, tramite un comunicato, il parere positivo della Commissione Provinciale di Vigilanza, in merito all'ampliamento dell'agibilità dello stadio Oreste Granillo. 20.470 posti a sedere, tutti resocontati nel comunicato. Mancano solo all'appello i posti a sedere in Tribuna Nord o Curva Nord, chiusa oramai da anni".

19 marzo 2017 - Al 25' di Reggina-Vibonese, blackout all'impianto di illuminazione, Granillo al buio per 10 minuti. Il gruppo elettrogeno dello stadio già oggetto di lavori, "colpevole" di questo momentaneo stop all'illuminazione.

Luglio 2017 - La Reggina 1914 decide per la chiusura della Tribuna Est per la stagione 2017-2018, per valutazioni economiche.

9 agosto 2017 - Altra estate, altro disastro. Granillo abbandonato per oltre due mesi (fine campionato ad inizio maggio, primo uomo a mettere piede nell'impianto luglio, primo uomo a mettere piede in campo ad agosto), campo impraticabile e altre problematiche che si susseguono. Gara di Coppa Italia di C contro il Catanzaro rinviata al 20 agosto.

18 agosto - Sfogo del presidente della Reggina, Praticò, che sottolinea in una nota come "a due giorni dalla nuova data di Reggina-Catanzaro, manchi ancora il via libera della Commissione di Vigilanza, che arriverà alla vigilia della sfida. Ne trarremo le conseguenze del caso".

Intanto, il Comune di Reggio aveva sottolineato i lavori effettuati nell'impianto per garantire l'agibilità: "La Commissione di vigilanza provinciale per il pubblico spettacolo ha confermato nella giornata odierna l’agibilità per la disputa delle gare agonistiche presso lo Stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria, a partire dalla partita di Coppa Italia tra Reggina e Catanzaro, in programma per domenica 20 agosto alle ore 20.30.   Negli ultimi giorni sono stati completati i lavori di sistemazione dell’impianto sportivo, in particolare sulla normativa antincendio, impianto di videosorveglianza, impianto elettrico e luci d’emergenza. Anche il manto erboso del terreno di gioco è stato sistemato e per la prima giornata di campionato sarà in ottime condizioni. Nelle prossime settimane inoltre si lavorerà per un intervento di riqualificazione dell’interno impianto sportivo Oreste Granillo". L'Ente ha sottolineato, nella nota stampa, che anche la Tribuna Est aveva la piena agibilità.

28 ottobre 2017 - La Curva Sud espone un brutto striscione contro i tifosi del Catania, corredato di mortaretti, trick-track, bombette e fumogeni, arriva la squalifica per una gara della Curva e 5mila euro d'ammenda. Contro il Siracusa Curva Sud deserta.

Estate 2018 - A giugno, impressionante il colpo d'occhio del "manto" "erboso" del Granillo, ridotto a sterpaglie alte due metri. Anche per questa ragione, la Reggina ha programmato di giocare la prima del campionato fuori casa, presentando richiesta alla Lega.

7 agosto 2018 - Nota del Comune di RC sul manto erboso del Granillo: "Procedono come da cronoprogramma concordato dall'Amministrazione Falcomatà, con il coordinamento del Consigliere delegato allo Sport Giovanni Latella, i lavori di manutenzione estiva sul manto erboso dello Stadio Oreste Granillo. Negli ultimi giorni si è provveduto ad una rasatura generale del rettangolo di gioco sul quale sono già iniziate le operazioni di inerbimento e manutenzione. La struttura sarà già pronta, seppur ancora in condizioni non del tutto ottimali, per la prima gara ufficiale della stagione sportiva 2018/2019, la sfida di Coppa Italia tra le Reggina e la Vibonese, prevista per domenica 12 agosto. Le condizioni del terreno miglioreranno progressivamente per raggiungere la piena operatività per la prima giornata di campionato, quanto il manto erboso raggiungerà un livello di efficienza ottimale". Il 12 agosto si gioca Reggina-Vibonese, manto effettivamente scarno, ma la gara si è giocata senza problemi.

17 settembre - La Reggina 1914 comunica la riapertura della Tribuna Est. Da capire però quando eventualmente il club ha comunicato la sua intenzione di riaprire il settore agli uffici comunali. Nonostante la dichiarata agibilità di un anno prima, chiaramente il settore aveva bisogno di un certo restyling, in primis per i servizi igenici e per la pulizia nei vari settori.

21 settembre - La Commissione Provinciale di Vigilianza sugli spettacoli ha dato il suo parere negativo all'agibilità dello stadio Granillo. Profili negativi rilevati anche dal Gruppo Operativo sulla Sicurezza.

22 settembre - Reggina-Bisceglie si gioca al Granillo. E' la firma del sindaco Falcomatà a firmare l'ordinanza che autorizza la disputa della sfida.

26 settembre - Dopo giorni di voci e indiscrezioni, è ufficiale il campo neutro per Reggina-Monopoli. Ad annunciarlo una nota stampa dell'Amministrazione Comunale: 

"Il delegato allo Sport Giovanni Latella e l’Assessore alla Polizia Municipale Antonino Zimbalatti comunicano che a causa dei lavori di riqualificazione in atto presso lo Stadio Oreste Granillo, avviati a seguito delle osservazioni pervenute dalla Commissione di Vigilanza provinciale per il Pubblico Spettacolo, convocata per la richiesta avanzata dalla Società Urbs Reggina 1914 di riapertura della gradinata Est (richiesta avanzata dopo la gara di Coppa Italia con la Vibonese), non sarà possibile utilizzare l’impianto sportivo per la partita di campionato prevista per sabato 29 settembre. 

“Nei giorni scorsi - hanno spiegato i due delegati - sono stati completati i lavori per il ripristino delle anomalie elettriche riscontrate dalla Commissione, per la manutenzione del manto erboso, delle telecamere di sorveglianza e per la riqualificazione dei servizi igienici. Tuttavia, a seguito di una nuova richiesta della Commissione intervenuta successivamente, sono state avviate e sono ancora in corso le attività di manutenzione e di verifica della copertura della Tribuna Ovest (il cui certificato di collaudo risulta valido fino al dicembre del 2019), la cui esecuzione richiede tempi incompatibili con l’utilizzo della struttura nella prossima gara di campionato”. 

30 settembre - Reggina-Monopoli si gioca sul neutro di Vibo, gli amaranto hanno perso 1-3.

10 ottobre - Lavori mai iniziati al Granillo, salta anche Reggina-Siracusa. Il Comune emette un'altra nota: "Il consigliere delegato allo sport Giovanni Latella informa che sono ancora in corso di prosecuzione i lavori di manutenzione straordinaria delle strutture portanti della tribuna ovest dello stadio Granillo: “ l’impianto sportivo non potrà essere utilizzato per accogliere la prossima partita che vedrà impegnata la Reggina 1914 per il prossimo 13 ottobre”.

Come si evince dalla nota del dirigente dell’Unità di progetto ammodernamento reti e sistemi manutentivi del Comune di Reggio Calabria “l’effettiva data di ultimazione delle operazioni di verifica, controllo e serraggio dei circa 2300 bulloni costituenti il sistema di fissaggio delle strutture portanti della tribuna ovest, come da cronoprogramma, è prevista per il 18 ottobre”.

12 ottobre - La Reggina inoltra richiesta di utilizzo per tutta la stagione degli stadi calabresi agibili per la C. Sarà poi Vibo ad accettare la richiesta del club, dunque il Razza sarà casa dei reggini sino a che il Granillo non sarà pronto.

13 ottobre - Reggina-Siracusa si è giocata a Rende.

17 ottobre - Al via i lavori in Tribuna Ovest.

22 ottobre - Reggina-Virtus Francavilla si è giocata a Vibo.

27 ottobre - Anche Reggina-Juve Stabia in campo neutro.

7 novembre - Accelerata nei giorni scorsi in merito ai lavori presso l'impianto sportivo, tutt'ora non terminati. In ogni caso, la ditta che sta lavorando aveva già firmato le carte per il via libera e la Commissione di Vigilianza ha dato il suo ok: sabato 10 la Reggina giocherà al Granillo contro la Paganese.