REGGINA - Parla G.Praticò: "De Francesco e Porcino? Felicissimi di rinnovare con loro. Pensiamo alla salvezza, ma non firmerei per l'undicesimo posto..."

 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 731 volte

Il consigliere del Cda della Reggina 1914, Giuseppe Praticò, è intervenuto alla diretta video di citynow per parlare del momento della Reggina:

"Il bilancio è soddisfacente, l'obiettivo principale resta sempre quello della salvezza e ritrovarsi in quella posizione di classifica fa piacere. Ma non è frutto del caso, ma frutto del lavoro da parte di tutti. Non facciamo voli pindarici, già sabato ci aspetta una gara durissima, ci aspetta un Lecce davvero fortissimo, che davanti ha dei marziani, li ho visti dal vivo. Noi comunque dobbiamo pensare ad una gara alla volta, sempre con la bava alla bocca. Undicesimo posto? Non ci firmerei...".

Sulle prove dei giovani amaranto: "Ci ha fatto piacere il fatto che alcuni dei nostri giovani si sono distinti in questa prima parte di stagione, al di là del fatto che poi qualcuno di loro è di proprietà di altri. Poi è chiaro che ci sono aspetti sui quali migliorare, in primis con l'approccio nelle gare".

Sulle scelte estive: "Volevamo un tecnico che potesse avere voglia di lavorare con i giovani: abbiamo conosciuto, in primis, l'uomo Maurizi e siamo soddisfatti della scelta. Stesso discorso riguardante Salvatore Basile, una scelta in linea con l'obiettivo prefissato dal club".

Su Porcino e De Francesco: "Si tratta di due ragazzi fantastici, la società ha manifestato la sua intenzione di rinnovare i rispettivi contratti. Ora tocca ai ragazzi esprimere le loro idee in tal senso. Penso che a breve avremo la possibilità di sederci al tavolo e discutere sulle soluzioni migliori, per loro e per la Reggina. Nulla è precluso, è giusto che i ragazzi possano decidere in grande serenità. Si tratta di due ragazzi che hanno dato tanto alla Reggina, parliamo pur sempre di capitano e vicecapitano, ma anche la Reggina li ha valorizzati".

Su eventuali nuovi innesti: "In attacco non credo che abbiamo particolari problemi. Sciamanna è fuori e tornerà presto, Bianchimano ha già attirato tanti interessi, Sparacello si sbloccherà e poi c'è Silenzi che scalpita".

Sul bando del Sant'Agata: "La Reggina ha operato la manutenzione ordinaria in questi due anni, quando ci sarà un bando, faremo le valutazioni del caso".

Sulla situazione della C: "La Federazione investe pochissime risorse per la C o la serie D, nonostante piazze dal grosso bacino d'utenza. Bisogna cercare di investire di più, ma anche sui settori giovanili".

Su polemiche e varie: "La storia della Reggina è incancellabile, è bellissima, gli ultimi 30 anni rappresentano l'apice delle vicende del club e quello quanto è stato fatto resta nella storia: le polemiche non fanno bene alla Reggina stessa, dobbiamo guardare le cose con maggiore serenità. Noi dobbiamo costruire mattoncino per mattoncino, il futuro della Reggina: sentendo certe critiche cadono le braccia... Le frasi di Galigani? Molte critiche vengono fatte per interessi personali. Se la Reggina fosse una società malata, allora sarebbero arrivati punti di penalizzazione e quant'altro. Abbiamo chiesto l'accesso al Fondo di Sostegno solo perché le cifre maturate sono arrivate in ritardo, causa la modifica della Legge Melandri".