REGGINA - La lettera del socio Polimeno alla società amaranto: "Le mie considerazioni sulle proposte del club"

10.11.2018 18:05 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 1816 volte
REGGINA - La lettera del socio Polimeno alla società amaranto: "Le mie considerazioni sulle proposte del club"

Uno dei soci della Reggina 1914, Pietro Polimeno, ha inviato una lettera al presidente della Reggina, Mimmo Praticò, in risposta al comunicato del club amaranto dell'8 novembre (CLICCA QUI PER CONSULTARLO), dove eccepisce alcuni punti del predetto comunicato.

Nostro dovere è pubblicare questa comunicazione, poi ogni persona può farsi la sua idea:

Gent.mo PRESIDENTE leggo il tuo comunicato che hai inviato ieri 08.11.2018 e rispondo a quanto comunicatoci, quale socio.

I) Il 31.10 18 scrivi che l'assemblea dei soci ha approvato all'unanimità il bilancio predisposto dal CDA. Quanto scritto è legalmente corretto, ma non specifica che l'unanimità si riferiva ai presenti, cioè la P&P Sport Srl più altri due soci. Ne mancavano altri 9 (nove) anche se con quote minori. Rilevo anche con rammarico che pur essendo stato sempre presente e puntuale in qualsiasi assemblea sia formale che informale, non è mai accaduto che la stessa iniziasse in orario ma sempre dopo almeno 20-30 minuti dall’orario previsto e se mancava qualcuno si telefonava per informarsi se partecipava o meno o se era in ritardo. Dico questo solo perché all’assemblea ordinaria dei soci da te citata, io sono arrivato in ritardo di 30 minuti e la stessa si era già chiusa, cosa mai avvenuta! Ricordo ancora che prima di fissare qualsiasi assemblea ordinaria ci si sentiva telefonicamente per conoscere la disponibilità di ognuno di noi e ci si riuniva considerando la disponibilità di quasi tutti.

II) Chiedi di ripianare le perdite, scusa ma l'anno 2017/18 non avevi sbandierato ai quattro venti che doveva esserci la parità di bilancio? Inoltre non hai inviato il bilancio approvato (che ora è diventato segreto mentre all’inizio parlavi di bilancio sociale da consegnare alla città!) per sapere quanto stai chiedendo, oltre al fatto che ancora sto aspettando risposta alla mia pec del 09/08/2018 che allego.

III) Dici che cedi gratis le quote che detenevamo prima dell'ultima ricostituzione del capitale sociale, ma non pensi che se si deve arrivare ad avere le stesse quote di prima, alla condizione di essere solo dei sostenitori finanziari, credo che tale proposta non interessa a me e credo a nessuno degli altri soci, considerato come è andata la gestione in questi tre anni.

IV) Dici che sei disposto a valutare insieme eventuali altre soluzioni, io penso che prima devi coprire le perdite che hai creato tu che hai gestito autonomamente con il tuo 90% e dopo forse ci si può incontrare per discutere del futuro.

Reggio Calabria 09.11.2018

Pietro Polimeno