REGGINA, I VOTI ALLA STAGIONE: attaccanti, gioie e dolori

19.05.2019 14:28 di Redazione Tuttoreggina Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
REGGINA, I VOTI ALLA STAGIONE: attaccanti, gioie e dolori

Ecco i voti della stagione secondo TuttoReggina.com.

E' la volta degli attaccanti:

 

TULISSI 6:

Uno dei pochissimi a trovare la conferma rispetto alla scorsa annata. Continua il suo processo di crescita e lo fa in una stagione complicata e complessa. Torna utile in più posizioni e in parecchie gare, riesce anche a trovare qualche rete utile.

 

SANDOMENICO 7:

Trascinatore della prima parte di torneo. E' un pò il "gioiello" della sessione estiva del mercato, si sente addosso la responsabilità dell'essere decisivo e conferma l'importanza della squadra. Dopo che Cevoli lo ha impiegato terzino ad inizio girone di ritorno, perde definitivamente il posto anche sotto la gestione Drago.

 

TASSI 6,5:

Il ragazzo si farà. Peccato per l'infortunio, ma in ogni caso dimostra di avere fiuto del gol e doti sulle quali lavorare. Risorsa.

 

UNGARO 6,5:

Il gol contro il Monopoli salva la Reggina da una enorme delusione. Il gol decisivo contro il Rieti un altro bel momento dell'annata. Ha fatto il suo, nonostante tanti problemi e il fuori lista di fine gennaio.

 

VIOLA 6,5:

Si scatena contro il Matera dei ragazzini, ma sopratutto mete a segno un gol fondamentale a Viterbo. Continuamente tartassato da infortuni e problemi fisici, il solito neo che gli impedisce di essere giocatore di altre categorie.

 

STRAMBELLI 6,5:

Si sacrifica al massimo per la squadra. Dopo un impatto difficile, si prende la Reggina sopratutto sotto l'aspetto tattico. Stupendo il gol contro il Catania, meno le prestazioni nei playoff. Ma è senza dubbio una risorsa per la Reggina che verrà.

 

DOUMBIA 6:

Si è visto solo il 20% del vero Doumbia. Troppo lungo il periodo di inattività a Lecce, oltre a qualche infortunio che ha "azzoppato" il suo passo verso la piena condizione. A Catania è rimasto solo contro la difesa etnea, forse il suo ruolo è un altro.

 

BELLOMO 6:

Magie a profusione nelle prime partite, straordinaria la prestazione contro il Catania in campionato, poi nel finale perde ritmo e verve. E' un calciatore particolare, da croce e delizia, ma allo stesso tempo dal talento cristallino. Nella posizione giusta e nella stagione giusta può effettivamente fare la differenza.

 

BACLET 5,5:

Segna a Monopoli al debutto, poi la sua stagione piano piano svolta male. Problemi fisici, prove così e così, i fischi del Granillo e nei playoff non incide. La magia di Cosenza non si ripete.

 

MARTINIELLO 6,5:

Arrivato come uno "sfizio" si è preso il suo spazio e, chissà, il riscatto da parte della Reggina.