REGGINA - Doppio regalo del neo patron Gallo: Sant'Agata e bus personalizzato. Il comunicato del club

11.01.2019 12:40 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 3337 volte
REGGINA - Doppio regalo del neo patron Gallo: Sant'Agata e bus personalizzato. Il comunicato del club

Doppio regalo del neo patron della Reggina Luca Gallo per l'anniversario dei 105 anni dalla fondazione del club amaranto.

Oltre al ritorno al Sant'Agata, la società ha annunciato che la società acquisterà un nuovo bus personalizzato. Ecco il comunicato del sodalizio amaranto:

Se il buongiorno si vede dal mattino, l’era del patron Luca Gallo fa già scintille iniziando con due grandi regali per festeggiare i 105 anni di storia della Reggina 1914. L’11 gennaio, infatti, è una data importantissima, per la squadra, la città e i tifosi. Una data che segna una storia centenaria fatta di uomini e donne, di maglie sudate, di migliaia di appassionati sparsi per l’Italia e il mondo, di sorrisi e di lacrime. Una storia che non si fermerà mai. Il compleanno della Reggina, dunque, merita due regali: andiamoli a scartare.

Da oggi la prima squadra si allenerà, come merita, di nuovo al Sant’Agata lasciando il fatiscente campo utilizzato nei primi mesi della stagione: l’accordo con l’entourage del presidente Gallo è stato raggiunto. Si torna a calcare l’erbetta nel centro sportivo più in di Reggio Calabria per provare schemi, per affinare tecnica e tattica, per tentare di mettere in cassaforte altri punti in classifica.

Altra notizia importante. La Reggina a stretto giro avrà un bus personalizzato. Una ditta specializzata, infatti, è stata incaricata di mettere a punto un mezzo con la livrea amaranto che sarà utilizzato dalla prima squadra in casa e in trasferta. Un bus che racchiuderà stile, eleganza e soprattutto riconoscibilità. Dentro i confini di Reggio Calabria ma anche in tutto il Sud Italia. L’attaccamento ai colori della Reggina rappresenta un punto cardine della gestione del presidente Luca Gallo.

Insomma, due regali top in attesa delle prime bombe da sganciare in sede di calciomercato.