REGGINA - Cambia quasi tutto, ma non è l'anno zero: la scorsa stagione...

09.07.2018 13:59 di Redazione Tuttoreggina Twitter:   articolo letto 866 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
REGGINA - Cambia quasi tutto, ma non è l'anno zero: la scorsa stagione...

Quando di questi tempi si parla di Reggina, si tende spesso e volentieri a seguire i tanti luoghi comuni "urlati" e molto spesso si nascondono i dati di fatto che sono inconfutabili e immodificabili.

"La Reggina riparte ancora da zero", è vero in parte. Beh, ds, segretario, responsabile settore giovanile, allenatore, staff tecnico e gran parte della squadra che lo scorso aprile ha centrato l'obiettivo del club, la salvezza, sono cambiati, ma la precedente gestione non ha di certo lasciato solo macerie come qualcuno tende impropriamente e improvvidamente ad asserire.

Le mancate conferme dei vari Ferrani, Laezza, Pasqualoni, Giuffrida, La Camera sono tutte scelte (lecite, per carità) di questa nuova gestione tecnica, la presenza dei vari Marino, Sciamanna e Amato, a cui ci aggiungiamo anche Mezavilla, sono dei lasciti importanti e significativi. su Sparacello le attese sono andate deluse, ma anche lui ha avuto una sfortuna pazzesca (tra pali e traverse), bisogna ammetterlo. Il centrocampista siciliano classe 1998, il cui contratto è stato allungato fino al 2020, sarà la prossima plusvalenza del club e sotto la gestione Basile-Maurizi ha trovato continuità i rendimento, l'attaccante ex Correggese, se risolverà le problematiche fisiche e avrà un pò di fortuna, potrà essere la piacevole sorpresa della stagione e, chissà, essere l'uomo da doppia cifra dell'attacco di Cevoli. L'anno di apprendistato con la Prima Squadra consentirà ad Amato di sperare in maggiore spazio e Mezavilla può davvero rivelarsi l'uomo in più, in termini di esperienza e qualità, della Reggina che verrà. Senza dimenticare la vicenda Bianchimano, quasi venduto ad agosto per 80mila euro e venduto sul serio a gennaio per una cifra comunque importante (se poteva essere più consistente, questo è un altro discorso).

Indubbiamente poi, la politica dei giovani, unica via per avere determinati introiti, inaugurata un anno fa dal club di via Petrara, gomito a gomito con Basile e Maurizi, ha portato dei benefici economici superiori del doppio rispetto alla precedente annata...

Forse, a volte, si danno per scontate cose che scontate non sono: ma a noi piace l'obiettività e dobbiamo sempre più constatare che neanche questa è scontata in taluni commenti troppo interessati.