Reggina, basta un Gallo nel pollaio

23.05.2019 17:35 di Lorenzo Vitto   Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Reggina, basta un Gallo nel pollaio

In casa Reggina sono ore di colloqui e incontri per pianificare il futuro e la prossima stagione.

Questione allenatore in primis, ma anche le mosse di mercato, gli aspetti organizzativi, il settore giovanile e un nuovo restyling dell'organigramma del club. Un aspetto molto importante riguarda il capitolo delle competenze in capo ai vari dirigenti. Attualmente l'organigramma del club può contare su numerose figure che, verosimilmente, spesso e volentieri vanno leggermente in conflitto.

Tra direttore generale, direttore sportivo

, consulente tecnico, coordinatore organizzativo, club manager e altre figure, molto spesso si rischia di creare confusione e di rallentare il processo decisionale. Un aspetto che va ponderato e che sicuramente il patron Luca Gallo ha già messo tra i propositi in vista della prossima annata.

E' fondamentale avere un gruppo di lavoro omogeneo e sopratutto snello, senza dover sempre rischiare contrasti. Il d.g. Gianni dice che la questione tecnica e calciomercato incluso, sia di competenza esclusiva di Taibi, però sotto i microfoni va oltre i suoi compiti di “revisore dei conti” e si spinge sulle caratteristiche che dovrà possedere il futuro allenatore e i calciatori che arriveranno. Il consulente tecnico Ennio Russo, da 4 anni in amaranto, è personaggio che lavora sotto traccia però è l’uomo più vicino all’imprenditore romano, il quale lo ha nominato consulente tecnico o meglio suo uomo di fiducia.

Taibi che molti, inspiegabilmente, lo vogliono alla porta è quello al momento il più operativo e che non “inquina”. Una struttura snella e fluida, è quella che necessita per iniziare col piede giusto.