Finalmente aperti i cantieri al Granillo. A forte rischio la gara con la Juve Stabia del 27 ottobre. Stipendi ok, difficoltà contributi. Per la fideiussione si aspetta la sentenza del ricorso

17.10.2018 11:30 di Lorenzo Vitto  articolo letto 4147 volte
Finalmente aperti i cantieri al Granillo. A forte rischio la gara con la Juve Stabia del 27 ottobre. Stipendi ok, difficoltà contributi. Per la fideiussione si aspetta la sentenza del ricorso

Come avevamo annunciato ieri, puntualmente stamattina si sono aperti i cancelli al Granillo con tanto di autorizzazioni degli uffici preposti, per iniziare l’opera di cambio dei particolari bulloni, che sono più dei 2300 famigerati spifferati e degli 800 detti a casaccio da gente che si fida dell’amico turno, nonché come amplificato da più parti che la ditta che dovrà eseguire i lavori doveva arrivare addirittura dall’Olanda insieme alla ferramenta. Abbaglio colossale, poiché la ditta che ha iniziato stamattina l’opera è la specializzata azienda Metalmeccanica Falcone Srl, reggina con sede in via Padova 15. Da escludere la gara con il Francavilla al Granillo, ci sono serie difficoltà anche per assistere nella struttura di viale Galileo Galilei, l’ultimo sabato del mese, alla gara con la Juve Stabia del tecnico di Melito Porto Salvo Fabio Caserta.

Riguardo le scadenze la Reggina ha provveduto ieri di fare i bonifici a tutti i tesserati dei mesi di luglio e agosto, ma sta trovando difficoltà per saldare i relativi contributi che vanno allo Stato. E per questa inadempienza potrebbe scattare 1 punto di penalizzazione. Riguardo la fideiussione la società avendo presentato ricorso poiché ritiene valida quella della Finworld, aspetta il verdetto. Nel caso dovesse essere respinto, il club ha un’altra garanzia pronta da inviare in Lega.